Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Al liceo Malpighi di Bologna una raccolta fondi per i bisognosi

Apriamo gli occhi LICEO MALPIGHI BOLOGNA
La somma sarà devoluta ad associazioni caritatevoli bolognesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Domani, venerdì 17 settembre le studentesse e gli studenti del liceo ‘Malpighi’ di Bologna consegneranno a tre enti caritatevoli che operano nel territorio bolognese i fondi raccolti con l’iniziativa ‘Apriamo gli occhi’. L’evento si svolgerà alle 12.45 nel giardino dell’istituto.

A partire dal primo lockdown infatti, gli studenti del ‘Malpighi’ hanno infatti deciso di realizzare una raccolta fondi per aiutare alcune associazioni che si occupano di sostenere famiglie e persone bisognose di Bologna, significativamente aumentate durante la pandemia. Il progetto, nato prima di tutto fra loro, è stato sostenuto da banca di Bologna che per il secondo anno consecutivo si è impegnata a raddoppiare la cifra raccolta con questa iniziativa.

I fondi saranno destinati all’associazione Banco di solidarietà, che si occupa di distribuire settimanalmente generi alimentari e di prima necessità a persone in difficoltà, soggetti svantaggiati e nuclei familiari disagiati, l’opera delle suore missionarie della carità di Bologna che accoglie e fornisce assistenza a donne, bambini e famiglie e la cooperativa sociale DoMani che realizza progetti di accoglienza e integrazione sociale.

I rappresentanti d’istituto commentano così il loro progetto: “Vivere da più di un anno la stessa situazione porta a dimenticarsi che ci sono persone ancora in grande difficoltà. In questa ‘nuova’ normalità imposta dal Covid qualcosa ci ha svegliati e ci ha fatto ricordare che noi siamo fortunati e molti non lo sono, pur non avendone nessuna colpa. Per questo abbiamo deciso di ridare vita all’iniziativa ‘Apriamo gli occhi’ che l’anno scorso ci aveva permesso di avere uno sguardo più ampio sulla realtà e di provare a fare qualcosa per renderla migliore. Einstein affermava che ‘il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere’. Forse chi quest’anno ha partecipato all’iniziativa, donando qualcosa di proprio, ha potuto capirlo per davvero”.

Alberto Ferrari, direttore generale di Banca di Bologna, afferma: “Come banca di riferimento del territorio bolognese da tempo sosteniamo diverse attività di responsabilità sociale e progetti di inclusione: oggi ancora di più, in considerazione del difficile contesto causato dalla pandemia. Per il secondo anno siamo accanto ai ragazzi del liceo ‘Malpighi’ in questa raccolta fondi e come lo scorso anno accresceremo la cifra finale raggiunta, contribuendo con un nostro versamento di pari importo, raddoppiandone il valore”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»