Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Green pass: sospensione dello stipendio dopo cinque giorni senza, tamponi a 15 euro

green pass
Ecco le decisioni prese durante la cabina di regia del governo: l'estensione entrerà in vigore il 15 ottobre e ci saranno sanzioni anche per gli imprenditori che non controlleranno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Luca Monticelli e Alfonso Raimo

ROMA – La sospensione dal lavoro e il blocco dello stipendio al dipendente senza green pass scatta dopo 5 giorni di accessi in fabbrica o in ufficio senza certificazione. È quanto filtra al termine della cabina di regia del governo.

L’estensione del green pass entrerà in vigore il 15 ottobre e le sanzioni sono previste anche agli imprenditori che non controllano.

Obbligo per le farmacia di effettuare tamponi a prezzi calmierati: 15 euro e otto euro per i minori.

La capienza di cinema, musei, teatri, stadi e nei luoghi dove si svolgono eventi non cambia. La decisione, a quanto si apprende, dovrebbe essere stata rimandata al primo ottobre, quando si valuterà la curva dei contagi.

LA CAPIENZA DI CINEMA, MUSEI E STADI NON CAMBIA

La capienza di cinema, musei, teatri, stadi e nei luoghi dove si svolgono eventi non cambia. È quanto emerge dalla cabina di regia sul decreto che contiene le misure sul green pass obbligatorio. La decisione, a quanto si apprende, dovrebbe essere stata rimandata al primo ottobre, quando si valuterà la curva dei contagi.

GREEN PASS ANCHE PER ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO, VERSO L’OBBLIGO PER COLF E BABY SITTER

L’obbligo di green pass sarà esteso anche alle attività di volontariato, mentre si va verso l’obbligo di green pass anche per colf e baby sitter.

SPERANZA: “RENDEREMO PIÙ CAPILLARE LA RETE DELLE FARMACIE PER I TAMPONI”

Renderemo anche più capillare la rete delle farmacie attive e capaci di somministrare tamponi test antigenici rapidi nel nostro Paese”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, in conferenza stampa sul nuovo decreto green pass.

SPERANZA: “TAMPONI E TEST GRATIS SOLO PER LE PERSONE ESENTI PER RAGIONI SANITARIE”

I tamponi e i test antigienici saranno gratuiti soltanto per le persone esenti per ragioni sanitarie secondo la circolare che già stata emessa dal Ministero della Salute” ha aggiunto Speranza.

ORLANDO: “LE SANZIONI PER IL GREEN PASS NON PORTANO AL LICENZIAMENTO”

“Per andare a lavorare e’ necessario il green pass. Chi deve fare il tampone per andare a lavorare ha diritto a un prezzo calmierato rispetto a chi deve andare al cinema“. Così il ministro del Lavoro Andrea Orlando in conferenza stampa.

Le sanzioni legate al green pass non devono essere agganciate o agganciabili a percorsi che portano al licenziamento“, aggiunge Orlando parlando dello “spirito delle norme” introdotte con il nuovo decreto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»