Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A San Vito Lo Capo torna il Cous Cous Fest tra sfide di cucina, cooking show e degustazioni

Cous cous fest-min
Dal 17 al 26 settembre: Dieci giorni di appuntamenti sul palco tra sfide di cucina, cooking show e degustazioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Prende il via domani, venerdì 17 settembre, a San Vito Lo Capo, nel Trapanese, la 24esima edizione del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale. Fino al 26 settembre la cittadina tornerà ad ospitare il festival, prodotto dall’agenzia Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo e supportato da Bia Spa, Conad, UniCredit e Icare. Dopo lo stop dello scorso anno, a causa dell’emergenza sanitaria, l’evento torna all’insegna dello slogan ‘Together again’ (Di nuovo insieme) ma rimodulato nel suo format, nel rispetto della normativa anti-Covid.

Il menu è sempre ricco: dieci giorni di appuntamenti sul palco tra sfide di cucina, cooking show e degustazioni in una nuova location, il Giardino del Santuario, cui si accede esibendo il Green pass. Niente concerti per evitare assembramenti ma anche alcune novità, come il RistoFest: la possibilità di degustare il cous cous comodamente seduti al ristorante.

“Sarà un’edizione speciale – spiega il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino – perché, oltre ad essere l’edizione della ripartenza, torneremo a vivere l’evento nella location dove è nato, il Giardino del Santuario di San Vito martire, un posto di grande suggestione e bellezza dove si svolgeranno le degustazioni, i Campionati di cous cous e i cooking show. Torneremo dal vivo con grande emozione a celebrare il piatto della pace, riconosciuto patrimonio culturale immateriale dall’Unesco, e ad accogliere chef provenienti da tutto il mondo nel segno dell’accoglienza e dell’integrazione culturale”.

Si comincia domani (ore 18 e ore 22) con il Campionato italiano Conad: sei chef, selezionati tra candidature ricevute da tutta Italia, si sfidano per vincere il titolo di campione nazionale ed entrare di diritto nella squadra italiana partecipante al Campionato del mondo di cous cous, al via da giovedì 23 settembre, con chef partecipanti da 8 Paesi. Il Campionato è sostenuto da Conad, main sponsor dell’evento per il decimo anno consecutivo.

“In questa edizione, con una formula ripensata dall’organizzazione che mette in primo piano il rispetto della sicurezza, – spiega Vittorio Troìa, direttore divisione Sicilia Pac2000A Conad – rinnoveremo il nostro sostegno al territorio e in particolare all’economia locale, promuovendo nello stesso tempo la multiculturalità, lo spirito di integrazione e la valorizzazione delle più tipiche espressioni culturali locali. Valori promossi dal festival internazionale e condivisi da Conad nel suo percorso quotidiano”.

I punti di degustazione sono aperti tutti i giorni dalle 12 alle 24. Il ticket ha un costo di dieci euro e comprende una porzione di cous cous a scelta tra le varianti proposte, acqua o un bicchiere di vino e un caffè omaggio. Sul palco salgono anche grandi chef come Filippo La Mantia ed Andy Luotto che presenteranno le loro creazioni, naturalmente a base di cous cous. E ancora, spazio alla tradizione, con le ricette proposte dagli chef sanvitesi, tramandate di generazione in generazione, alle produzioni siciliane d’eccellenza, come il tonno rosso di Sicilia e ad alcune delle migliori etichette dell’isola con il wine tasting di Tenute Orestiadi.

Novità di quest’anno è l’iniziativa del Ristofest e la Cous scuola: una selezione dei migliori ristoranti di San Vito, di Macari e Castelluzzo, propone, a pranzo e cena, dei menu speciali a base di cous cous, acquistabili sul sito www.couscousfest.it o presso le biglietterie a San Vito Lo Capo.
A tutti coloro che acquisteranno un menu a pranzo nei ristoranti convenzionati si darà la possibilità di assistere ad una Cous scuola, una lezione sull’incocciata del cous cous.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»