Messina, duplice omicidio per un parcheggio: c’è un fermato

Tutto sarebbe nato da una lite per un parcheggio, degenerata in alcuni colpi di arma da fuoco
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – C’è un fermo per il duplice omicidio avvenuto nella tarda serata di ieri a Ucria, piccolo centro dei Nebrodi, sul versante tirrenico della provincia di Messina.

Tutto sarebbe nato da una lite per un parcheggio, degenerata in alcuni colpi di arma da fuoco: le vittime sono Antonino e Fabrizio Contigluglia, zio e nipote, di 60 e 30 anni.

Le indagini sono condotte dai carabinieri, che hanno fermato nella notte un uomo. Nella sparatoria è rimasto ferito anche un parente delle due vittime.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»