Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Psicologia, edizione del 16 luglio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SINPF: IMPATTO EMOZIONALE DA PANDEMIA SARÀ QUARTA ONDATA

“C’è un impatto emozionale che ha scandito questi lunghi mesi con una crescita a due cifre, oltre il 30%, dei disturbi di ansia, post-traumatici, depressione, insonnia. Alcuni lo hanno già chiamato quarta ondata”. Lo definisce così Claudio Mencacci, co-presidente Sinpf e direttore emerito del dipartimento di Neuroscienze dell’ospedale Sacco di Milano, l’aumento dei disturbi della sfera psicologica e psichiatrica che ha colpito molte persone in questi ultimi mesi.

NATI PRETERMINE, DOTTA: PIÙ SPAZIO AD APPROCCIO PSICO-RELAZIONALE

L’approccio del neonatologo davanti a una nascita estremamente pretermine può essere immaginato come una piramide: “Una base molto solida di tipo epidemiologico, clinico e analitico. Al centro l’attenzione a eventuali contenziosi medico-legali. Solo in cima, un piccolo spazio è dedicato all’approccio di tipo psico-relazionale, introspettivo e bioetico. Nel guidare il nostro operato, però, dovremmo avere la capacità di rovesciare questa piramide per dare un grosso spazio all’approccio psico-relazionale. Solo allora potremmo essere dei bravi medici”. A dirlo è Andrea Dotta, responsabile della struttura complessa Tin dell’ospedale Bambino Gesù, aprendo una riflessione sulle traiettorie di vita e le scelte complesse che gli operatori devono compiere nel periodo neonatale.

PSICHIATRA: ‘GIOCO SABBIA’ VALIDO AIUTO SU ABUSI E MALTRATTAMENTI

“La terapia con il gioco della sabbia risulta efficace nel caso di bambini e adolescenti con un passato di violenze o con disturbi del comportamento alimentare”. A spiegarlo è Francesco Montecchi, analista junghiano e autore del libro, di recente pubblicazione, ‘La psicoterapia con le immagini. Il gioco della sabbia’.

SIP: 2/3 FIGLI DA MATRIMONI, MA NEL 2020 MENO NOZZE E CULLE VUOTE

“Nel nostro Paese due terzi dei figli vengono concepiti all’interno del matrimonio. E quanto sia stretto il legame tra il riuscire a strutturare un rapporto di coppia stabile e la scelta riproduttiva lo dimostra anche il fatto che quasi la metà dei nati che ogni anno ci sono nel nostro Paese sono primogeniti”. A dirlo è Rino Agostiniani, tesoriere Sip, riflettendo sull’ennesima riduzione delle nascite registrata nell’anno della pandemia.

IDO: UN BIMBO AUTISTICO OGNI 70? DIAGNOSI NON APPROFONDITA

“Quindici anni fa il rapporto era di 1 bambino autistico su 2.000 bimbi, oggi è di 1 ogni 70. Di certo alla base di questo aumento ci sono state una serie di cause suppletive, come gli effetti dell’inquinamento sulle donne in gravidanza, ma 1 bambino ogni 70 è davvero troppo. È un aumento che i grandi esperti hanno già messo in discussione, ponendo dubbi sulla modalità clinica di queste diagnosi”. A sottolinearlo è Federico Bianchi di Castelbianco, direttore dell’IdO, che spiega come bisogna leggere questo numero così elevato.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»