Kosovo, la missione KFOR sostiene il basket giovanile e interetnico

La missione NATO KFOR contribuira' alle attivita' del club, che includono anche corsi specifici per i giovani appartenenti alle comunita' rom, ashkali ed egiziana che vivono nella regione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Ventiquattro palloni da basket professionali e quarantotto kit di abbigliamento sportivo sono stati donati dalla missione NATO KFOR al Basketball Club Trepca di Mitrovica Sud, importante cittadina del Kosovo. Lo spirito del club e’ quello di far socializzare bambini e gruppi di giovani delle diverse etnie del Kosovo attraverso allenamenti e competizioni di basket. Lo sport e’ molto popolare in Kosovo e i programmi del KB Trepca coinvolgono 2000 ragazze e ragazzi di eta’ compresa tra 10 e 18 anni. La missione NATO KFOR contribuira’ alle attivita’ del club, che includono anche corsi specifici per i giovani appartenenti alle comunita’ rom, ashkali ed egiziana che vivono nella regione. Cosi’, in una nota stampa, KFOR.

“Il progetto- ha dichiarato il colonnello Mario Renna portavoce dell’operazione NATO iniziata nel 1999 e attualmente guidata dall’Italia con il Generale Michele Risi, a capo di un contingente multinazionale di circa 3.400 militari di 27 Nazioni- e’ stato realizzato dalla NATO e finalizzato dal team di cooperazione civile-militare della KFOR, la cui missione e’ di contribuire alla sicurezza e alla stabilita’ del Kosovo, promuovendo la coesistenza tra le diverse etnie, investendo in modo particolare nei giovani e nell’istruzione”.

La donazione si e’ svolta nel rispetto delle misure anti-Covid19 al Palazzetto dello sport di Mitrovica sud, dove 24 ragazze e 24 ragazzi hanno ricevuto un kit da gioco ciascuno da militari di KFOR per poi disputare un mini-torneo di basket a tre con le maglie e i palloni donati da KFOR.

“A causa del virus mi sono allenata solo all’aperto e non vedo l’ora di iniziare il campionato con la maglia che ho ricevuto oggi”, ha raccontato Melisa, una delle giovani promesse del KB Trepca, la cui prima squadra milita nella Superleague del Kosovo, nella Lega Internazionale dei Balcani e nella Coppa del Kosovo.

L’Italia – conclude la nota – con circa 600 militari appartenenti a tutte le Forze Armate, e’ il secondo Paese dopo gli Stati Uniti nell’ambito della missione KFOR, di cui detiene il comando da oltre sette anni.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»