Francesco Vacca è il nuovo presidente nazionale di Aism

Piemontese, ha 58 anni, di professione 'volontario a tempo pieno'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Associazione delle persone con sclerosi multipla ha un nuovo presidente. E’ Francesco Vacca, piemontese, ha 58 anni, di professione ‘volontario a tempo pieno’: è così che si definisce. Già Presidente della Conferenza delle persone con sclerosi multipla, è stato eletto dal Consiglio direttivo Aism per il triennio 2019-2021. Vicepresidente Rachele Michelacci, psicologa, anche lei volontaria, 41 anni, Consigliere Nazionale e iscritta alla Sezione provinciale di Pistoia.

Chi è Francesco Vacca

Francesco è persona con Sm e rappresenta le 122 mila persone con la malattia. Ha avuto la diagnosi di Sm nel 2002 ed è arrivato in Associazione nel 2006, dove è stato presidente della Sezione di Alessandria. Dal 2009 fino al 2019 ha ricoperto il ruolo di Presidente del Coordinamento regionale Aism Piemonte e Valle d’Aosta, per Aism è stato formatore territoriale. Nell’agenda di Francesco trovano posto molti impegni.

Ma ciò che gli sta particolarmente a cuore è il mettersi a disposizione per la ricerca: “Nessuno meglio di noi persone con Sm può indirizzare la ricerca eccellente e portare cambiamenti concreti nella vita delle persone”. Poi vengono i giovani. “Sono il futuro di Aism: il ricordo cui sono più legato è forse il giorno in cui, a 54 anni, ho aperto il Convegno di 400 giovani con Sm” dichiara Francesco Vacca. Infine, ci sono gli impegni istituzionali. Con la mozione uscita dall’ultima assemblea dei soci dell’Associazione dello scorso aprile, Aism chiede con forza alle Istituzioni di impegnarsi, tra le altre cose, per l’approvazione di un Pdta nazionale, per garantire a tutti l’accesso ai farmaci e alle terapie riabilitative delle persone con Sm e per l’istituzione di un Registro nazionale di patologia.

“Con la Mozione, rivolta alle istituzioni, invitiamo ai prossimi, urgenti, appuntamenti sul percorso del traguardo dell’Agenda 2020, tutti coloro che possano amplificare l’adesione e coloro che possano unirsi numerosi”, dice il neoeletto presidente.

LE SFIDE DI AISM

L’Associazione, negli ultimi anni, ha creato degli strumenti importanti: la Carta dei diritti, l’Agenda della Sclerosi multipla 2020 ed infine il Barometro della Sm. “Noi dobbiamo essere i primi a dire quali sono i diritti e le sfide di chi vive con la Sm, ma è fondamentale il coinvolgimento di tutti per portare avanti insieme le azioni necessarie a cambiare la realtà della Sm, per poter raggiungere un mondo libero dalla sclerosi multipla, solo insieme raggiungiamo una conquista dopo l’altra”.

Francesco Vacca subentra a Angela Martino giunta alla fine del proprio mandato triennale alla presidenza Aism. “In questi tre anni di mandato ho sentito la forza di migliaia di persone con Sm, ma anche la responsabilità di rappresentare migliaia di persone con Sm, la speranza e la tenacia di tutte quelle persone che ogni giorno si portano la sclerosi multipla addosso come me la porto io. Per questo, per me, avere rappresentato le persone con sclerosi multipla in un ente come Aism è stato un privilegio, un orgoglio, un onore e mai un onere. Per i prossimi anni servirà un’associazione con la forza di affrontare il futuro essendo consapevole di se stessa, della propria capacità di cogliere le innovazioni del tempo e soprattutto di fare innovazione. Dovremo trovare insieme strade alternative, nuove, che consentano ad Aism di continuare a essere capillarmente presente in ogni singolo territorio per dare risposta anche ad una sola persona con Sm che ne ha ancora necessità” dichiara Angela Martino past presidente Aism.

Il nuovo consiglio direttivo di Aism

Con Francesco Vacca fanno parte del nuovo Consiglio Direttivo nazionale: Giancarlo Acuto (Como), Roberto Fontanili (Reggio Emilia), Primo Fassetta (Pordenone). Angela Gaetano (Reggio Calabria), Angelo La Via (Messina), Rachele Michelacci (Pistoia), Sante Morasset (Pordenone), Lucia Palmisano (Roma), Gianluca Pedicini (Perugia), Alessandro Perfetti (Teramo), Alessandro Ricupero (Siracusa), Annita Rondoni (Perugia), Gabriele Schiavi (Milano).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»