Allarme Coldiretti: meno latte e uova, colpa dello stressa da afa

La calura estiva colpisce tutti, anche le mucche.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

mucca latteLa calura estiva colpisce tutti, anche le mucche. Che, come fa sapere la Coldiretti, hanno prodotto 50 milioni di litri di latte in meno nelle prime due settimane di luglio, a causa dello stress indotto dalle alte temperature che hanno investito la Penisola.

Tante le misure anti-afa già messe in atto:  ventilatori, doccette, condizionatori e abbeveratoi sempre pieni. Sebbene ogni animale beva circa 140 litri di acqua al giorno, il doppio rispetto alla quantità standard, questo non basta a dare loro sollievo, col risultato di mangiare meno: la temperatura ideale infatti oscilla tra i 22 e i 24 gradi. Oltre questa soglia soffrono, così come i maiali, che, sopra i 28 gradi, riducono il pasto quotidiano del 40%. Anche le galline per l’afa hanno ridotto la produzione di uova di circa il 10%, e anticipato il cambio della muta.

A destare maggiori preoccupazioni è la pianura padana, dove si concentra il maggior numero di stalle. Una situazione che gli allevatori fanno fatica a fronteggiare, visto che a fronte di una calo della produzione, aumentano i costi nel consumo di acqua e corrente elettrica. E con l’arrivo di Caronte la Coldiretti teme un ulteriore peggioramento della situazione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»