Tg ambiente, edizione del 16 giugno 2020

E' online l'edizione settimanale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

LO SCORSO IL MAGGIO PIÙ CALDO DI SEMPRE IN ITALIA

L’Italia bolle già, e lo scorso mese di maggio ha fatto segnare una nuova temperatura record. Nessun maggio italiano è mai stato così caldo. E’ avvenuto il 16 del mese passato con i 39,9 gradi raggiunti all’aeroporto Punta Raisi di Palermo. Lo segnala la National Oceanic and Atmospheric Administration, l’agenzia meteoclimatica Usa, comunicando i dati relativi alle temperature dello scorso maggio, risultato il più caldo da 141 anni a questa parte a livello globale, alla pari con il maggio 2016. Il nuovo valore rilevato a Palermo supera il precedente record italiano per il mese di maggio, fatto registrare il 23 maggio 2006 a Trapani, quando la colonnina di mercurio toccò i 39,4 gradi.

EUROPA FUORI LOCKDOWN MA INQUINAMENTO RESTA BASSO

Mentre i Paesi europei alleggeriscono restrizioni e blocchi delle attività, visto il calo delle infezione da Covid-19, il servizio di analisi meteoclimatico Ue Copernicus non sta ancora rilevando un chiaro segnale di aumento nei livelli di inquinanti e di ritorno a condizioni ‘business as usual’. Questo a differenza della Cina, ad esempio, dove sia le attività che le emissioni sono già ampiamente tornate ai livelli pre-Covid. Intanto, però, “le fonti naturali di inquinanti non hanno risentito del lockdown- spiega Mark Parrington, Senior Scientist a Copernicus- in Italia e nel sudest dell’Europa abbiamo rilevato episodi di aumento dell’inquinamento atmosferico da polveri sottili a maggio, a causa delle nuvole di polvere soffiate dal Sahara”.

‘TARTA TEAM’ IN SPIAGGIA PER NIDI CARETTA CARETTA

Orme sugli arenili e buche scavate nottetempo: queste le tracce lasciate da mamma tartaruga che segnano l’inizio della stagione della nidificazione. Le cercano i ‘Tarta Team’, squadre di perlustrazione di spiagge e arenili composte da volontari, impegnati a monitorare i luoghi scelti dalle tartarughe marine per i loro nidi e a proteggere le loro uova, fino al prossimo agosto in 11 regioni italiane. Accade grazie a Tartalove, la campagna di raccolta fondi di Legambiente a favore delle tartarughe Caretta caretta. In diverse regioni, però, si stanno scoprendo nidificazioni in aree inedite. Così come in altri Paesi del Mediterraneo occidentale, forse accade a causa dei cambiamenti climatici: la conseguenza potrebbe essere un aumento significativo delle nidificazioni lungo le coste italiane.

AL VIA CAMPAGNA ANTINCENDIO BOSCHIVO 2020

Da lunedì 15 giugno è formalmente aperta la campagna estiva antincendio boschivo. Per l’estate 2020, segnala il Dipartimento della Protezione civile, la flotta nazionale potrà contare su 31 mezzi aerei, 24 dei quali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco – 15 Canadair e 9 elicotteri – oltre a 5 elicotteri delle Forze Armate e 2 elicotteri dei Carabinieri. La stagione si avvia con le raccomandazioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che chiede a Regioni e Province Autonome di verificare le proprie strutture antincendio per programmare gli interventi e far trovare preparato il sistema al momento del bisogno, visto che si verifica ciclicamente. L’impiego della flotta nazionale sarà come sempre coordinato dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»