Nord Corea, esplosione all’Ufficio per i rapporti con il Sud

L'ufficio, aperto proprio per favorire la trattativa tra Pyongyang e Seul, è stato devastato: l'esplosione arriva dopo giorni di tensioni e accuse tra i due governi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un’esplosione che sarebbe stata provocata intenzionalmente ha devastato oggi la sede dell’ufficio della Corea del Nord per le relazioni con la Corea del Sud: lo ha riferito la Yonhap, l’agenzia di stampa di Seul, che attribuisce l’azione al governo di Pyongyang.

L’ESPLOSIONE DOPO GIORNI DI TENSIONE

L’episodio è avvenuto nella cittadina di confine di Kaesong e ha seguito giorni di tensioni e accuse tra i governi della Penisola dopo una fase avviata nel 2018 caratterizzata invece da dialogo e tentativi di negoziato. L’ufficio era stato aperto proprio per favorire la trattativa tra Pyongyang e Seul.

L’esplosione si è verificata dopo le 14, ora locale, nei pressi della zona smilitarizzata che corre lungo il confine tra le due Coree. Nei giorni scorsi, Pyongyang aveva accusato Seul di tentativi di destabilizzazione anche attraverso la diffusione di materiale propagandistico.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»