hamburger menu

Aifi: “Exposanità un grande evento per far conoscere la fisioterapia”

Cecchetto: "Abbiamo presentato modelli innovativi che sono già realtà"

16/05/2022
CECCHETTO_AIFI

ROMA – La fisioterapia è stata tra i protagonisti di Exposanità (11-13 maggio 2022, Bologna Fiere), tra gli eventi centrali della sanità italiana, ricco di partecipazioni di rilievo e di pubblico competente e qualificato.

Come può essere valutato un impegno che ha visto alti contenuti oltre ad una presenza qualificata e numerosa?

“Per AIFI il bilancio della partecipazione a Exposanità è sicuramente positivo”, risponde Simone Cecchetto, presidente dell’Associazione Italiana di Fisioterapia. “Sono stati tre giorni di importanti interventi e workshop, in cui abbiamo potuto far conoscere le potenzialità della Fisioterapia a tanti livelli istituzionali, nazionali e regionale, ed anche nel rapporto con tante associazioni scientifiche di altre discipline. Era da due anni che non riuscivamo a incontrarci e abbiamo quindi voluto interpretare la nostra presenza come occasione per far capire al mondo intorno a noi quanto la Fisioterapia possa essere utile e strategica per il miglioramento del sistema salute e dei servizi che possiamo dare ai cittadini“.

GLI EVENTI

Difficile sintetizzare i momenti più importanti della manifestazione. Per iniziare AIFI era tra i relatori dell’evento inaugurale di ‘Exposanità – La sfida del territorio: prossimità delle cure e sviluppo dei servizi sanitari e socio sanitari‘ – uno dei più rilevanti del programma 2022, “un evento- sottolinea Cecchetto- in cui abbiamo potuto raccontare a tante istituzioni e personalità come la fisioterapia e altre discipline riabilitative potrebbero arricchire i nuovi modelli di assistenza territoriale che si stanno scrivendo all’interno del PNRR. L’assistenza soddisfa bisogni, la riabilitazione riduce bisogni e quindi può essere strategico un investimento sulla fisioterapia e sulla riabilitazione per aumentare la sostenibilità del sistema salute“.

Particolarmente partecipato l’evento ‘Nuovi modelli di fisioterapia territoriale: esperienze e prospettive‘, realizzato dalla Sezione Territoriale Emilia Romagna di AIFI, con importanti contributi della Commissione d’Albo Nazionale dei Fisioterapisti e con il saluto di autorevoli esponenti tra cui la senatrice Annamaria Parente, presidente della 12° Commissione Igiene e Sanità del Senato, e l’assessore alle Politiche per la salute dell’Emilia Romagna nonché Coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Raffaele Donini.

“Abbiamo presentato modelli innovativi– sottolinea il presidente AIFI- che oggi sono già realtà e che possono essere best practice da diffondere in tutta Italia nelle nuove case della comunità, negli ospedali di comunità, nell’assistenza domiciliare, nelle centrali operative territoriali. Infine molto apprezzate sono state anche le quattro parallele dove si sono approfondite le terapie fisiche, le tecnologie per l’autonomia, la fisioterapia geriatrica e la fisioterapia sportiva”.

Conclude Simone Cecchetto: “Complessivamente Exposanità’ è stata un grande occasione per AIFI per avviare nuove relazioni e nuovi sviluppi. Abbiamo cercato di proporre un sistema di contenuti, competenze e relazioni che può essere nell’immediato futuro utile a tutto il SSN per migliorare le risposte ai bisogni di salute dei cittadini italiani”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-16T13:58:19+02:00