Governo M5S-Lega, scatta il totonomi: ipotesi presidente donna

Con il passo indietro sulla premiership dei leader di Ms5 e Lega, nei partiti si inseguono le ipotesi su quale sia il migliore profilo per consentire la formazione del governo.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Con il passo indietro sulla premiership dei leader di Ms5 e Lega, nei partiti si inseguono le ipotesi su quale sia il migliore profilo per consentire la formazione del governo.

I componenti del governo saranno tutti ‘politici’, nessun nome calato dall’alto, ha ribadito il capo del M5s Luigi Di Maio.

Tra i criteri presi in considerazione nei contatti tra i due partiti, ci sarebbe anche l’ipotesi di una candidatura femminile e in particolare il profilo di Giulia Grillo, medico, attuale capogruppo alla Camera. A favore della Grillo ci sarebbe anche il fatto che e’ stata presente fin dall’inizio e in ogni fase delle trattative per la formazione del governo.

Altri nomi sul tavolo, quelli di Alfonso Bonafede e Riccardo Fraccaro, con il primo favorito sul secondo.

Fraccaro, infatti, e’ stato gia’ eletto questore della Camera. Bonafede, siciliano di Mazara del Vallo ma trapiantato a Firenze, e’ uno dei collaboratori storici piu’ vicini a Luigi Di Maio. Nella passata legislatura ha seguito diversi dossier, tra i piu’ delicati.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»