Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Si riaccende il caso Consip; 21 miliardi per il Sud; Laureati italiani con le valigie pronte

[video width="800" height="444" mp4="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/05/tg-politico-2.mp4" poster="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/02/tg_politico.jpg"][/video] Ecco titoli e tg politico realizzato dall'agenzia DIRE CONSIP, UNA TELEFONATA RIACCENDE IL CASO Il
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ecco titoli e tg politico realizzato dall’agenzia DIRE

CONSIP, UNA TELEFONATA RIACCENDE IL CASO

Il 2 marzo scorso Matteo Renzi telefona al padre Tiziano per pregarlo di dire tutta la verita’ ai magistrati sul caso Consip. L’intercettazione e’ stata raccolta da Marco Lillo e riportata dal Fatto quotidiano. “Viene ribadita la mia serieta’”, commenta il segretario del Pd. “Dal punto di vista politico e’ un regalo”, aggiunge Renzi. Il Movimento Cinque stelle accusa: “Dobbiamo fare di tutto per liberare le istituzioni dal renzismo”, dice Luigi Di Maio. Mentre il presidente del consiglio Paolo Gentiloni difende Maria Elena Boschi sul caso Unicredit: “Ha chiarito, nessuna implicazione sul governo”.

SUD, IN 10 MESI INTERVENTI PER 21 MILIARDI

In 10 mesi il governo ha attivato 21 miliardi e 500 milioni di risorse nei patti per il sud, i piani di intervento che coinvolgono 8 regioni e 7 citta’ metropolitane del mezzogiorno. Il ministro Claudio De Vincenti ha illustrato in conferenza stampa lo stato di avanzamento del Masterplan. “I patti sono fatti, non sogni”, spiega De Vincenti che annuncia a breve una stima della ricaduta occupazionale. Ulteriori progetti per 18 miliardi di euro sono in fase di programmazione. “E’ giunta l’ora di riprendere a fare investimenti pubblici. I dati di oggi sono un primo segnale che su questo terreno e si cominciano a vedere i risultati”, aggiunge.

I LAUREATI ITALIANI HANNO LA VALIGIA PRONTA

Smentito il luogo comune che vuole i laureati italiani poco propensi a trasferirsi all’estero per lavoro. Secondo un’indagine di Almalaurea presentata all’universita’ di Parma, dopo la laurea quasi la meta’ dei laureati e’ disposta a lasciare l’Italia. Il 27 per cento e’ disponibile ad effettuare trasferte anche frequenti, il 52 per cento a trasferire la propria residenza. Solo il 3% non vuole fare trasferte. Il rapporto Almalaurea 2017 ha preso in esame le opinioni di oltre 270 mila laureati nel 2016, provenienti da 71 atenei.

TERREMOTO, IL TRENO DEI BAMBINI ARRIVA DAL PAPA

Torna, per la quinta edizione, ‘il treno dei bambini’. Sabato 3 giugno 400 giovani delle zone terremotate di Norcia, Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto saranno a Roma dove incontreranno il Papa. Il cardinale Gianfranco Ravasi, presentando l’iniziativa con il presidente del Senato Pietro Grasso, spiega che ad incontrare Francesco ci sarà un’orchestra di bambini delle favelas del Brasile. L’amministratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, annuncia che i bambini arriveranno “su una freccia rossa 1000 che e’ il mezzo top della gamma”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»