Uno, nessuno e centomila. Virginia Raffaele in Facciamo che io ero

Da giovedì 18 maggio, su Rai 2, uno show tutto al femminile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Virginia Raffaele in Facciamo che io eroROMA – Uno, nessuno e centomila. Questi i volti che Virginia Raffaele in Facciamo che io ero racconterà, dal prossimo giovedì su Rai 2, nel suo nuovo show.

Virginia Raffaele in Facciamo che io ero quando la satira di costume incontra la politica

Da Carla Fracci a Melania Trump il passo è breve, almeno per la bella e brava Virginia Raffaele. Da giovedì su Rai 2 il suo nuovo programma di intrattenimento, un “one woman show” tutto da ridere e perché no riflettere su usi e malcostumi della nostra società. “Non faccio satira politica – ha sottolineato Virginia Raffaele alla conferenza stampa di presentazione del programma -. Io faccio satira di costume e guarda caso, a volte, le due cose coincidono”. Quattro puntate, tutte in prima serata, a partire dalle ore 21 e 20. Solo il primo degli appuntamenti andrà, però, in onda di giovedì, gli ultimi seguiranno nei mercoledì 24 e 31 maggio e poi il 7 giugno.

Virginia Raffaele, un camaleonte da sold out

“Facciamo che io ero” segue una fortunata tournée che ha portato la camaleontica attrice a segnare il tutto esaurito nei diversi teatri toccati lungo la Penisola. In uno spazio circolare, appositamente pensato dagli scenografi per riportare alla mente delle spettatore i teatri degli anni ‘30, Virginia Raffaele riproporrà vecchie e nuove maschere. L’assaggio del programma è incarnato da una delle “parodie” a lei più riuscita, quella di Ivana Trump. “Sono molto dispiaciuta per questo fatto increscioso, intendo dire per la terza guerra mondiale. Ho provato così tanto a parlare con mio marito Donald, ma era molto occupato con il parrucchiere. Non c’è nessuna terza guerra mondiale oggi, ma domani. Enjoy the show!”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»