Venezuela, le opposizioni: “Sabato scenderemo in piazza a milioni”

"I venezuelani si devono preparare per una grande mobilitazione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


BOGOTA’ – L’opposizione al presidente del Venezuela Nicolas Maduro riunita nel movimento di Unita’ democratica (Mud) ha annunciato che le proteste di piazza di questa settimana continueranno e ha invitato anzi tutti i cittadini a partecipare a una manifestazione prevista per sabato. E’ quanto ha annunciato il primo vice-presidente dell’Assemblea nazionale, Freddy Guevara, parlando come portavoce del Mud.

“Anche se siamo in strada tutti i giorni – ha detto il dirigente – i venezuelani si devono preparare per una grande mobilitazione che si terra’ sabato prossimo e che sara’ chiamata ‘somos millones’. L’obiettivo e’ dimostrare la nostra forza, una enorme concentrazione di persone sulle strade principali, la piu’ grande di tutte”.

Intanto anche le ultime manifestazioni si sono concluse con incidenti e vittime. Il numero dei morti, a oggi, e’ arrivato a 46. L’ultima vittima in ordine di tempo e’ un diciassettenne ucciso in una manifestazione nello Stato di Tachira. Il conto dei feriti ha superato le migliaia, cosi come quello degli oppositori fermati e interrogati, con metodi dubbi, dalla polizia.

Si intensificano intanto le pressioni esercitati degli altri Paesi. I ministri degli Esteri dell’Unione Europea hanno chiesto che si abbandoni la violenza e si rispetti la carta costituzionale, mentre il governo spagnolo ha annunciato che aumentera’ le pressioni sul Venezuela senza applicare sanzioni che ricadrebbero su una popolazione gia’ allo stremo. Per discutere sulla situazione del Venezuela, l’Organizzazione degli Stati Americani (Oas) ha convocato per il 31 maggio a Washington una riunione dei ministri degli Esteri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»