Nasce il Memoriale della Resistenza italiana: online 500 testimonianze dei partigiani

partigiani_25-aprile
Le testimonianze, raccolte e editate da Laura Gnocchi e Gad Lerner, verranno pubblicate online in più tappe, a partire dal prossimo 19 aprile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un Memoriale della Resistenza italiana, un “mosaico”, un “affresco corale” e “sincero” che costituirà “la prima pietra” del Museo nazionale della Resistenza che sorgerà a Milano. Cinquecento le testimonianze dei partigiani e delle partigiane raccolte e editate da Laura Gnocchi e Gad Lerner che verranno pubblicate online in più tappe, a partire dal prossimo 19 aprile, in occasione delle celebrazioni dell’Anpi del 25 aprile, con l’uscita delle prime 150 interviste sul sito www.noipartigiani.it.

“È la prima volta che le testimonianze dei partigiani e delle partigiane vengono realizzate e ordinate in modo sistematico- ha detto Gianfranco Pagliarulo, presidente Anpi che ha promosso il Memoriale- Viste nel loro insieme queste memorie soggettive ci forniscono un affresco corale di ciò che è stato nella vita vissuta di chi ha partecipato a quel fenomeno chiamato Resistenza. Sono i ragazzi della radio che parlano oggi ai ragazzi del web. Il Memoriale è un servizio al Paese, all’Italia restituita alla Repubblica democratica grazie alla Resistenza. Non a caso la colonna sonora del Memoriale è Bella ciao, inno alla Liberazione e alla Libertà”.

FRANCESCHINI: MEMORIALE RESISTENZA STRAORDINARIO

“Il Memoriale della Resistenza italiana è una iniziativa straordinaria. Queste 500 testimonianze di voci e volti di partigiani e partigiane è una grande conservazione della memoria che si tramanderà per generazioni e farà capire alle generazioni future che cosa è stata la Resistenza e come è stata costruita sul sacrificio, sul lavoro e su mani di uomini e donne straordinari. È importante collegare questa iniziativa al Museo della Resistenza di Milano, una scelta che lo Stato ha dedicato alla Memoria e che dovrà essere un luogo che terrà in rete tutti i luoghi straordinari che ci sono in Italia. Grazie all’Anpi, sono convinto che questo lavoro resterà per sempre“. Lo ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, in un videomessaggio inviato all’Anpi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»