Siria, Trump risponde a Macron: “Le nostre truppe presto a casa”

Il presidente della Francia ha parlato di 'convincimento' per restare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il presidente americano Donald Trump si aspetta che gli alleati degli Stati Uniti si assumano “una maggiore responsabilita’ sia militare che finanziaria”, per “mettere in sicurezza” il Medio Oriente: lo ha detto Sarah Sanders, portavoce della Casa Bianca, in merito al conflitto in Siria. La responsabile non ha citato Emmanuel Macron ma secondo fonti di stampa concordanti appare evidente un riferimento alle dichiarazioni rilasciate ieri dal capo di Stato francese. “La missione statunitense in Siria non e’ cambiata – ha sottolineato Sanders – e il presidente Donald Trump e’ stato chiaro che vuole un ritorno a casa delle truppe americane il piu’ presto possibile“. In un’intervista all’emittente ‘Bfm Tv’ Macron aveva sostenuto che Parigi era riuscita a condizionare Washington. “Dieci giorni fa il presidente Trump ha detto che gli Stati Uniti intendevano disimpegnarsi dalla Siria” aveva sostenuto il presidente francese. “Noi l’abbiamo convinto che era necessario rimanere a lungo; e l’abbiamo anche convinto che bisognava limitare gli attacchi con armi chimiche, mentre c’era un’escalation tramite una serie di tweet che non vi saranno sfuggiti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»