Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 16 marzo 2021

In questa edizione: per il vaccino AstraZeneca più benefici che rischi rassicura l'agenzia europea del farmaco e Gualtieri verso la candidatura a sindaco di Roma: sfiderà Raggi e Bertolaso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ASTRAZENECA, L’EMA: PIÙ BENEFICI CHE RISCHI

I benefici del vaccino AstraZeneca sono superiori ai casi rarissimi di trombosi. Lo dicono i numeri. L’Ema, l’agenzia europea del farmaco, prova a tranquillizzare i cittadini del Vecchio continente. La direttrice Emer Cooke assicura che l’agenzia sta lavorando con gli esperti per verificare se ci sono correlazioni tra il vaccino e i casi di morte. Una decisione finale arriverà giovedì. Intanto l’Unione europea ha annunciato un accordo con Pfizer per la consegna anticipata di 10 milioni di dosi di vaccino. “Nel secondo trimestre dell’anno avremo oltre 200 milioni di fiale”, ha detto la presidente della commissione Ue Ursula Von Der Leyen. “I vaccini sono e restano la soluzione vera per uscire da questi mesi così difficili”, ribadisce oggi il ministro della Salute Roberto Speranza. Che invita a vedere la luce in fondo al tunnel: “La curva del contagio si appiattisce con i vaccini- sottolinea- la svolta è vicina, possiamo guardare alle prossime settimane con ragionata fiducia”.

IL TURISMO CHIEDE VACANZE QUASI NORMALI

L’obiettivo del governo è quello di consentire agli italiani di vivere una estate normale. Il ministro del turismo, Massimo Garavaglia durante una audizione in Parlamento spiega che bisogna “fare ripartire il prima possibile i flussi turistici e non farli richiudere più”. Il settore è allo stremo, vittima dalla pandemia. Il ministro rassicura sui ristori: ci sono -dice – circa 228 milioni per le agenzie e i tour operator. In vista dell’estate, guardando oltre il lockdown pasquale, Garavaglia osserva che d’estate “si potrà vivere la vacanza quasi normalmente, con qualche precauzione in più”. In questo senso torneranno utili i protocolli già testati, “a cui servirà solo un aggiornamento”.

ROMA, GUALTIERI E LA SFIDA CON RAGGI E BERTOLASO

Nelle prossime ore Roberto Gualtieri scioglierà la riserva sulla sua candidatura a sindaco di Roma. Come confermano fonti Dem, l’ex ministro dell’Economia del governo Conte risponderà positivamente al Pd che da tempo lo sta corteggiando. Si profila dunque una sfida al Campidoglio con la sindaca uscente Virginia Raggi e con Guido Bertolaso, che sarà molto probabilmente l’alfiere della coalizione di centrodestra. I candidati nel campo del centrosinistra però potrebbero essere molti. Sicura la candidatura di Carlo Calenda, leader di Azione. Ma se ci saranno le primarie, altri nomi potrebbero aggiungersi. La senatrice Monica Cirinnà lo aveva annunciato a settembre. Il giovane Tobia Zevi si dice pronto a farlo.

CINGOLANI: SERVE ANCHE UNA TRANSIZIONE BUROCRATICA

Senza transizione burocratica, senza snellimento e accelerazione delle procedure, nessuna transizione ecologica. Il superministro Roberto Cingolani lo ribadisce nella sua prima audizione alle commissioni competenti di Camera e Senato: “Abbiamo urgenza di mettere queste idee nel PNRR, abbiamo settimane, non mesi”, dice. Il tavolo con i colleghi alle Infrastrutture Giovannini e alla cultura Franceschini deciderà sulla competenza autorizzativa delle Soprintendenze, il tutto sperando che “il nostro piano nazionale di ripresa e resilienza cominci ad avviarsi verso una versione un po’ più definitiva”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»