Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Primo giorno in arancione per la Basilicata, Bardi: “Comprate lucano”

"Molte attività riaprono, per cui il mio invito è quello di stare vicino a chi è in difficoltà economiche"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – “Oggi è il primo giorno in zona arancione. Ciò significa che molte attività riaprono, per cui il mio invito è a comprare lucano e a stare vicino a chi è in difficoltà economiche”. Così in un video messaggio il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, aggiungendo di essere preoccupato in questo momento soprattutto per l’aspetto sanitario, che lo ha “obbligato” a chiudere le scuole.

LEGGI ANCHE: In Basilicata chiude anche la scuola dell’infanzia

“La diffusione della variante inglese che è esplosa anche nella nostra regione e il blocco della somministrazione di AstraZeneca – ha spiegato – hanno aumentato i problemi e mi hanno obbligato a chiudere le scuole, provvedimento che ho preso con dispiacere”. Bardi ha quindi sottolineato come a suo parere la scuola e didattica debbano essere in presenza, in quanto “elemento determinante per la formazione dei ragazzi e la loro socializzazione”. Il presidente ha infine ricordato come l’unica soluzione al virus sia il vaccino. Ed in proposito ha aggiunto: “Mi sto impegnando perché la somministrazione avvenga e, avendo la possibilità, abbiamo già organizzato un piano vaccinale che garantirà questo a tutti. Tra qualche giorno partiremo con le fasce deboli, i più fragili, e concluderemo gli over 80 per poi passare a tutte le altre categorie”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»