Covid, Speranza: “Svolta vicina. Non vero che siamo come a marzo 2020”

"Una situazione non semplice, ma la svolta è vicina per guardare alle prossime settimane con ragionata fiducia", dice il ministro della Salute
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La curva del contagio si appiattisce con i vaccini, dobbiamo fare i conti con le 3mila persone in terapia intensiva. Una situazione non semplice, ma la svolta è vicina per guardare alle prossime settimane con ragionata fiducia. E dobbiamo accelerare la campagna di vaccinazione per chiudere una stagione così difficile”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo oggi all’evento ‘Online Talk Sanità – Strategie per la Riforma del Sistema e Vincere la Pandemia‘ organizzato da Rcs Academy.

“Ci sono due verità- ha proseguito Speranza- la prima è che oggi i numeri li vediamo, a incidere è stata la variante inglese con una capacità di diffusione maggiore del 35-40% a livello europeo, nell’ultimo studio Iss era al 54% in Italia. La seconda verità è che abbiamo strumenti che finora non avevamo: non è vero che siamo come a marzo dell’anno scorso“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»