Coronavirus, rinviato a data da destinarsi il Salone del Libro di Torino

Lo hanno comunicato gli organizzatori al termine di un incontro di questa mattina con la Regione Piemonte e il Comune di Torino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma dal 14 al 18 maggio, e’ stato rinviato a data da destinarsi. Lo hanno comunicato gli organizzatori al termine di un incontro di questa mattina con la Regione Piemonte e il Comune di Torino, sottolineando pero’ che anche quest’anno la manifestazione “si fara’ e sara’ una grande occasione di incontro tra autori, editori e lettori“.

“Le istituzioni si sono impegnate a collaborare pienamente all’obiettivo comune di realizzare il Salone in piena sicurezza e con l’entusiasmo di sempre- si legge in una nota- L’organizzazione continua a lavorare e a monitorare attentamente l’evolversi della situazione in attesa delle disposizioni che verranno varate dopo il 3 aprile 2020, a scadenza del dpcm attualmente in vigore. Le nuove date verranno annunciate non appena sara’ possibile una valutazione esaustiva degli scenari futuri. In un momento di grande sacrificio da parte di tutti gli italiani, il Salone vuole esprimere la sua piu’ sentita vicinanza a coloro che stanno vivendo in prima persona gli effetti dell’emergenza: i malati, i loro cari, cosi’ come tutto il personale sanitario e le istituzioni che lavorano senza sosta per la salute e la sicurezza di tutti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»