Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cultura, venerdì 23 marzo parte la tredicesima edizione di “Building Apulia”

BARI - Mercoledì 23 marzo 2016, alle ore 10.30, presso Sala
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CdG-regione-puglia1BARI – Mercoledì 23 marzo 2016, alle ore 10.30, presso Sala Matutinum della Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia, si terrà il primo appuntamento  della tredicesima edizione di “Building Apulia: Costruendo l’identità della Puglia, la Puglia che scrive, che edita, che parla di sé”, l’originale rassegna promossa dal Servizio Biblioteca e Comunicazione  Istituzionale del Consiglio regionale della Puglia.
Nel primo incontro, saranno presentati i volumi di Gabriella Genisi, “Spaghetti all’assassina”, Sonzogno, 2015 e di Paolo La Peruta, “Senza Pace”, Manni, 2015. Modererà Stefano Savella, giornalista e direttore di Puglia Libre.
L’edizione 2016 di Building Apulia ha in programma 10 incontri e una cerimonia conclusiva; gli incontri, ai quali parteciperanno il gruppo di lettura e gli studenti degli Istituti “Perotti” di Bari, “Salvemini” di Molfetta, “Colamonico Chiarulli” di Acquaviva della Fonti e “Pinto Anelli” di Castellana Grotte, che quest’anno hanno aderito al progetto, sono aperti al pubblico e visionabili sul canale YouTube di Teca del Mediterraneo.
 Il calendario della prima parte della rassegna, che si svolgerà dal 23 marzo al 27 maggio 2016, è disponibile sul sitohttp://biblioteca.consiglio.puglia.it

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»