hamburger menu

PMI quotate in borsa al Governo: “Semplificazioni normative a costo zero per lo sviluppo dell’Italia”

Il punto sul mercato finanziario italiano all''Euronext Growth Milan, PMI e miglioramenti normativi senza costi per la finanza pubblica'

Pubblicato:16-02-2023 18:38
Ultimo aggiornamento:16-02-2023 18:38
Canale: Economia e Fisco
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Fare il punto sullo scenario attuale del mercato finanziario italiano, la sua competitività e le prospettive per una semplificazione regolamentare a sostegno dello sviluppo delle nostre imprese. Con questo obiettivo si è tenuto oggi alla Camera dei deputati l’incontro promosso da AssoNEXT, Associazione Italiana delle PMI Quotate, su ‘Euronext Growth Milan, PMI e miglioramenti normativi senza costi per la finanza pubblica’. I professionisti della community, attraverso i loro contributi qualificati e le discussioni nelle tavole rotonde, hanno colto la grande occasione per rilanciare l’industria finanziaria nazionale.

La fase attuale appare caratterizzata da una ‘policrisi’ in cui crisi economiche, sociali e climatiche si intrecciano sempre più frequentemente e sono meno prevedibili del passato. Tale quadro, al contempo, crea un contesto competitivo molto più fluido e complesso per il sistema delle piccole e medie imprese (PMI) che, peraltro, si trova a operare in uno scenario mondiale che ha toccato livelli di finanziarizzazione dell’economia mai raggiunti nella storia, con una crescente volatilità e una pressante necessità di diversificazione delle fonti.

‘Ci tengo a sottolineare la trasversalità politica dei partecipanti alle tavole rotonde che hanno animato il convegno – Spiega Giovanni Natali, Presidente AssoNEXT – lo sviluppo delle PMI e la finanza per la crescita dell’economia del Paese, pur con sfumature e prospettive diverse, sono state analizzate dai protagonisti del mercato, da chi deve legiferare e regolamentare e da chi vigila e sanziona. Tutti con un obiettivo comune. EGM di Borsa Italiana, oggi, è uno dei mercati borsistici più efficienti e performanti dell’Unione europea e si può esserne, una volta tanto, orgogliosi’.

Per Federico Freni, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Economia e delle Finanze, ‘in Italia non può esistere vera crescita senza una maggiore attenzione allo sviluppo e alla competitività dei mercati finanziari. Non possiamo illuderci che la resilienza della dorsale produttiva sia infinita: dobbiamo accompagnare il processo di crescita e sviluppo delle nostre PMI sul mercato dei capitali incoraggiando lo sviluppo digitale, strutturando un miglior accesso ai mercati e garantendo un livello di regolazione ed enforcement amministrativo più efficace ed efficiente’.

Secondo Anna Lambiase, Vice Presidente AssoNEXT, ‘EGM ha dimostrato in questo ultimo decennio una crescita rilevante sia in termini di capitalizzazione che di raccolta di capitale pari a oltre 5,5 miliardi di euro, generando impatti positivi sull’economia nazionale a livello di occupazione e di performance economico-finanziarie con un giro d’affari di 7 miliardi di euro, + 33% rispetto al 2020. Secondo le analisi dell’Osservatorio PMI EGM le società quotate hanno realizzato nell’ultimo biennio 149 acquisizioni per un investimento complessivo di 971 milioni di euro. È necessario continuare a stimolare una crescita di qualità con l’ingresso in Borsa di PMI eccellenti nel loro contesto competitivo, con buoni fondamentali e una logica di crescita sana e sostenibile che potrà portare un beneficio importante alla creazione di valore del Paese incrementando il dato occupazionale e riducendo il gap esistente rispetto ai ‘growth markets’ europei, direzione verso la quale AssoNEXT sta orientando le proprie policy’.

Per Fabrizio Testa, ad di Borsa Italiana Euronext Group, ‘molti imprenditori italiani, anche a seguito del cambio generazionale, guardano al mercato dei capitali con un approccio e una mentalità differenti rispetto al passato. La quotazione in Borsa rappresenta un’opportunità per crescere, internazionalizzarsi, acquisire visibilità nelle proprie filiere e attrarre talenti. È importante rispondere a questa domanda, lavorando insieme agli stakeholder pubblici e privati, come abbiamo fatto con Euronext Growth Milan, mercato di crescita per PMI, vera spina dorsale dell’economia italiana. L’esperienza, condotta in collaborazione con la comunità degli operatori, oggi qui rappresentata da AssoNEXT, ha consentito di raggiungere numeri importanti: dalla sua costituzione si sono quotate su Euronext Growth Milan oltre 285 società, che hanno raccolto quasi 6 miliardi di euro, di cui l’85% in aumento di capitale. EGM è stato anche il trampolino di lancio per 23 aziende che si sono, negli anni, trasferite sul mercato principale’.

Secondo Giulio Centemero, Membro della Commissione Finanze della Camera: ‘È fondamentale fare cultura su quanto i mercati dei capitali siano utili per l’economia reale. Iniziative come queste sono importanti per stimolare il dibattito a livello istituzionale, avanzare proposte e sfatare i falsi miti che vogliono la finanza solo speculativa’. Massimo Segre, Presidente Directa SIM, aggiunge che: ‘La Tobin tax non solo non ha creato il gettito a suo tempo stimato ma, al contrario, ha addirittura ridotto il gettito complessivo dell’Erario. Auspico quindi che il legislatore spazzi via quest’inutile orpello del passato. Si tratta di un’abrogazione necessaria che porterà anche più occupazione e, quindi, maggiori entrate IRES, IRPEF e contributi’.

Maria Antonietta Scopelliti, Segretario Generale Consob, ricorda poi come la Consob, ‘insieme ad altri attori del sistema finanziario, è impegnata da tempo in uno sforzo di semplificazione normativa con l’obiettivo di contribuire a canalizzare il risparmio degli italiani verso l’economia reale. Con le ultime modifiche al Regolamento Emittenti abbiamo introdotto l’opzione dei prospetti informativi in inglese e semplificati. Abbiamo già visto il primo caso di applicazione. È una novità apprezzata dal mercato. Dobbiamo adoperarci per rendere più competitivo il nostro mercato finanziario’.

Per Antonio Misiani, Vicepresidente della Commissione Bilancio del Senato: ‘Lo sviluppo della finanza alternativa è un obiettivo strategico per l’Italia. Dobbiamo offrire sempre più alle PMI possibilità di diversificazione e affrancamento dalla dipendenza dal credito bancario, a maggior ragione, in una fase di tassi crescenti. La crescita di EGM, la borsa per le PMI, è in quest’ottica un tema chiave. Il credito d’imposta per i costi di quotazione, che è stato opportunamente prorogato al 2023, va reso strutturale e bisogna andare avanti con le misure di semplificazione e sburocratizzazione dell’accesso delle PMI al mercato dei capitali. Ne possono trarre beneficio migliaia di imprese – secondo Bankitalia sono 2.800 quelle potenzialmente quotabili – e il sistema Paese nel suo complesso, che necessita di un cambio di passo per aiutare tante realtà di eccellenza a rafforzarsi, a crescere e migliorare ulteriormente la propria performance aziendale’.

Lukas Plattner, Comitato Scientifico AssoNEXT, rileva invece che: ‘la crescita del made in Italy è uno dei principali obiettivi attuali e futuri dell’economia del Paese. Il 40% delle PMI ha meno di 10 dipendenti, il doppio della Germania e della Francia, per contro se le PMI del Made in Italy avessero la struttura dimensionale di quelle tedesche, il prodotto per addetto nell’industria e nei servizi sarebbe superiore di oltre il 20%, sopravanzando anche il livello della Germania. Da qui l’esigenza di avere mercati dei capitali competitivi e accoglienti per supportare lo sviluppo delle PMI e del nostro Made in Italy’.

Fra gli altri hanno preso parte all’evento: Giulio Bastia, Codirettore Generale Banca Finnat; Alberto Franceschini Weiss, Presidente Ambromobiliare; Barbara Lunghi, Head of Primary Markets, Borsa Italiana, Euronext Group; Vincenzo Polidoro, Amministratore Delegato First Capital; Stefano Taioli, Head of Investment Banking BPER Banca; Paola Maiorana, Comitato Scientifico AssoNEXT; Alberto Bagnai, Vicepresidente della Commissione Finanze della Camera; Matteo Bonelli, Socio BonelliErede; Paola Fico, Head of Italy Regulation, Borsa Italiana, Euronext Group; Luigi Marattin, Membro della Commissione Bilancio della Camera; Alessandro Merenda, Socio GOP; Gian Gaetano Bellavia, Dottore commercialista, Esperto di diritto penale dell’economia; Salvatore Providenti, Socio di Carbonetti e Associati; Riccardo Targetti, già Procuratore aggiunto di Milano, Dipartimento Reati economici; Manfredi Vianini Tolomei, Comitato Scientifico AssoNEXT; Marcello Bianchi, Vice Direttore Generale Assonime; Stefano Cappiello, Ministero dell’Economia e delle Finanze; Alessandro Cattaneo, Membro della Commissione Politiche dell’Unione Europea della Camera; Marco Osnato, Presidente della Commissione Finanze della Camera; Marco Ventoruzzo, Presidente ASSOSIM; Andrea Vismara, CEO Equita Group; Stefano Bellavita, Managing Partner di Alantra; Stefano Cuccia, Direttore Generale Vorvel SIM; Paolo Daviddi, Socio Grimaldi Studio Legale; Luca Di Liddo, Responsabile ECM CFO SIM; Vincenzo Tedeschi, Amministratore Delegato Directa SIM; Gabriele Villa, Amministratore Delegato MIT SIM; Luigi Giannotta, Comitato Scientifico AssoNEXT.

NATALI (ASSONEXT): PMI MOTORE ECONOMIA ANCHE IN BORSA

“Le Pmi sono il motore dell’economia italiana, anche in borsa italiana. Negli ultimi dieci anni la borsa sul mercato principale ha perso un terzo delle società quotate. S’è salvata come incremento di numero totale di società perchè se ne sono quotate 220 su quelle che era Aim e che oggi è Euronext Growth Milan, e che è composto essenzialmente da Pmi”. Così il presidente AssoNext, Giovanni Natali, a margine dell’incontro “Euronext Growth Milan, Pmi e miglioramenti normativi senza costi per la finanza pubblica”, promosso da AssoNext alla Camera.
“Oggi è una giornata importante per Assonext – prosegue – una associazione che riunisce oltre 80 società quotate su quello che prima si chiamava Euro Aim e che oggi è l’Euronext growth Milan. Il convegno tratta vari punti, della riforma della Consob al miglioramento dei regolamenti, ma il messaggio che voglio dare è che sono riforme che possono essere a costo zero per la finanza pubblica”, termina Natali.

Sulle imprese “qualcuno una volta ha coniato il termine ‘piccolo è bello’. No, piccolo è solo piccolo. Quindi la parola d’ordine per le Pmi è crescere e per crescere non si può solo continuare col debito bancario”. “Il debito alla fine è pericoloso- avverte Natali- c’è bisogno di capitali freschi, di incrementi, di capitale. La quotazione sul mercato è una delle strade per consentire alle Pmi, che sono la spina dorsale dell’economia italiana, di poter portare a termine questa crescita”.

FRENI: “GOVERNO A LAVORO PER AIUTARE PMI IN ACCESSO MERCATO CAPITALI”

“Non possiamo immaginare che la resilienza della nostra dorsale economica, cioè le Pmi, sia infinita. Dobbiamo aiutare la resilienza e l’unico modo per farlo è migliorare l’accesso al mercato dei capitali”. Così il sottosegretario al ministero dell’Economia, Federico Freni, a margine dell’incontro “Euronext Growth Milan, Pmi e miglioramenti normativi senza costi per la finanza pubblica”, promosso da AssoNext alla Camera.
Freni sottolinea la necessità “di favorire la capitalizzazione di queste imprese senza ricorrere necessariamente al credito bancario”. Quindi “quotazione sul mercato regolamentato, spinta ad un sostanziale rinnovamento di questo mercato”. Su questo, aggiunge il sottosegretario, Euronext growth Milan “è molto avanti, per noi costituisce speranza e stimolo a far sempre meglio”. Il governo, assicura Freni in conclusione, “sta lavorando in quest’ottica, ovvero cercare di far sempre meglio per garantire un rafforzamento strutturale e duraturo delle Pmi”.

LAMBIASE (IRTOP CONSULTING): “EURONEXT GROWTH MILAN CAPITALIZZA 11,2 MLD”

“Oggi il mercato Euronext Growth Milan (Egm) capitalizza 11,2 miliardi di euro e vede 193 società presenti, che hanno raccolto capitale e che sono riuscite, grazie agli investitori, a crescere e sviluppare delle strategie di innovazione, e di fare operazioni di M&A”. A fare il punto è l’ad Irtop Consulting, Anna Lambiase, a margine dell’incontro “Euronext Growth Milan, Pmi e miglioramenti normativi senza costi per la finanza pubblica”, promosso alla Camera da AssoNext.
“Molte- ricorda Lambiase- sono state le operazioni straordinarie che queste società hanno gestito nel corso del loro percorso. La quotazione rappresenta sempre piu’ uno strumento di finanza alternativa per la crescita, e questo lo abbiamo dimostrato anche attraverso una serie di date statistiche. Dunque riteniamo che questo accesso al mercato dei capitali, e quindi lo sviluppo dell’equity capital market, sia fondamentale per lo sviluppo del nostro Paese. Il mercato ha generato un numero di dipendenti importante. Le crescite sono dell’ordine di due numeri, quindi parliamo di crescite di +30% in termini di fatturato e di numeri di dipendenti. E’ un mercato che vale la pena osservare e analizzare. Tra le modifiche regolamentari importanti che sono emerse nella giornata, ricordiamo il credito di imposta sui costi di quotazione che anche quest’anno è stato rinnovato nella finanziaria, e ci auguriamo che in futuro possa diventare una misura stanziale. Quindi sempre più società quotate si avvicinano a questo mercato anche per passare al mercato principale, con una capitalizzazione importante sarà favorito un passaggio al mercato principale, quindi permettendo alle Pmi di diventare medie e poi grande imprese. E’ auspicabile che in futuro i governi possano sviluppare politiche di education sull’equity capital market, ed è quello che a livello di Assonext stiamo facendo e portando avanti. Un altro tema importante è quello della sostenibilità, e anche su questo argomento della finanza sostenibile AssoNext fa da pioniere per lo sviluppo delle logiche di Esg”, conclude Lambiase.

TESTA (BORSA): “QUOTAZIONE AIUTA PMI, DA ASSONEXT SPUNTI IMPORTANTI”

“Dall’evento di oggi abbiamo avuto spunti molto interessanti, a partire dal sottosegretario Freni, che ha toccato alcuni dei punti cardine del rapporto tra real economy e mercato dei capitali che vanno dalla necessità di semplificare, di collaborazione tra istituzioni come Borsa e chi si avvicina ai mercati di capitali e la necessità di accompagnarli in questo percorso che, fino a prima che fosse introdotto il mercato di crescita, teneva lontane le Pmi dalla borsa italiana”. Così l’ad di Borsa Italiana Euronext Group, Fabrizio Testa, a margine dell’incontro “Euronext Growth Milan, Pmi e miglioramenti normativi senza costi per la finanza pubblica”, promosso alla Camera da AssoNext.
“La Borsa – prosegue Testa – dà in primis agli imprenditori un biglietto da visita che consente di presentarsi sui mercati e trovare finanziamenti alternativi al sistema bancario. Da’ inoltre più forza e trasparenza alla corporate governance, da questo punto di vista fa crescere le aziende. L’imprenditore è in grado di fare business, quello che manca è la corporate governance, quello a cui guardano gli investitori.
Infine l’ingresso in Borsa attira talento, domestico e internazionale, che vede nella realtà che è quotata in borsa più sicurezza e ambizione”, conclude Testa.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-02-16T18:38:58+01:00