Marche, stop agli spostamenti da e per la provincia di Ancona

francesco acquaroli
Il provvedimento entrerà in vigore da domani fino alle 24 di sabato. Sono salvi i movimenti per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute e di studio e per il rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANCONA – Stop agli spostamenti da e per la provincia di Ancona. Il provvedimento, adottato dopo il confronto con l’Iss e d’accordo con il ministero della Salute, entrerà in vigore domani alle 8 fino alle 24 di sabato. La decisione è stata illustrata oggi ai sindaci dei Comuni dell’anconetano più interessati dall’incremento dei contagi, nel corso di una videoconferenza con il governatore, Francesco Acquaroli.

“Dopo il confronto con l’Iss e d’accordo con il ministero della Salute da domani mattina alle 8 fino alle 24 di sabato sono limitati gli spostamenti da e per la provincia di Ancona, salvi gli spostamenti per comprovate esigenze lavorative, per motivi di salute e di studio e per il rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione– scrive in un post su Facebook il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli-. Per spostarsi sarà necessaria l’autocertificazione. Un provvedimento precauzionale necessario per mitigare i flussi dei cittadini e monitorare l’andamento del contagio, soprattutto in riferimento alla variante inglese nell’anconetano e nel resto della nostra regione”.

LEGGI ANCHE: Giulianelli è il nuovo Garante per i diritti della persona delle Marche

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»