Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Galli: “Siamo invasi da nuove varianti Covid, a breve problemi seri”

massimo galli
Il primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano ha spiegato a Mattino 5 di avere di nuovo il reparto pieno: "Inutile fare ricami"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le avvisaglie vengono guardando semplicemente un pochino al di là del nostro naso. Vedendo che cosa sta succedendo ed è successo negli altri paesi europei e considerando che ci sono queste nuove varianti, piaccia o no. Non ce le siamo inventate noi le varianti ci sono e sono maggiormente contagiose ed hanno maggiore facilità a diffondere in determinate situazioni”. Lo dice Massimo Galli, primario infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano, a ‘Mattino 5’, su Canale 5.

“Non è che possiamo metterci ad un tavolo e fare una trattativa sindacale o politica con il virus- aggiunge-. Il virus segue le sue regole e le sue modalità di diffusione. Siamo tutti d’accordo che vorremmo riaprire tutto quello che si può aprire. Però guardi caso io mi ritrovo ad avere di nuovo il reparto invaso da nuove varianti, e questo riguarda tutta quanta l’Italia e questo fa facilmente prevedere che a breve avremo problemi più seri”.

“Questa è la realtà- dice ancora Galli- attorno alla quale è inutile fare ricami. E allora davanti a questo è chiaro che anche chi vi dice, compreso il sottoscritto, attenzione bisogna chiudere di più, può correre il rischio di esagerare nel fare questa affermazione, ma il rischio di esagerare, ahimè, è inferiore alla probabilità di avere, purtroppo, per l’ennesima volta ragione”.

LEGGI ANCHE: Covid, Crisanti: “Ricciardi fa bene a sollevare l’allarme, politici sempre in ritardo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»