Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Napoli, il rione Sanità chiede sicurezza: la terza Municipalità ricevuta dal prefetto

NAPOLI - "Contro la camorra, la corruzione e
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


NAPOLI – “Contro la camorra, la corruzione e il malaffare chiediamo più scuole, lavoro e diritti, più sicurezza sociale“. E’ la voce dei residenti del quartiere Sanità di Napoli, uno dei rioni a più alta densità di popolazione della città.

Stamattina la Terza Municipalità si è pacificamente riunita sotto la prefettura di Napoli per incontrare Carmela Pagano, l’ex prefetto di Bari insediatosi lunedì a Napoli, che li sta ricevendo negli uffici di piazza Plebiscito. Al sit-in hanno partecipato il Consiglio e la giunta della Municipalità insieme a tanti cittadini per affermare la propria “preoccupazione per la recrudescenza degli episodi di barbara violenza espressi dalla criminalità organizzata sul territorio”.

“Non solo le cosiddette “stese” – spiegano – ma aggressioni, violenze, furti, estorsioni, stanno compromettendo seriamente la vivibilità e lo sviluppo delle nostre strade. Sin dal nostro insediamento abbiamo chiesto quotidianamente una presenza più rilevante ed efficace dello Stato per garantire ai cittadini maggiore vivibilità. Ad oggi ancora nessuna azione concreta è stata messa in campo. Siamo più che consapevoli che non è con i soli presidi di sicurezza e ordine pubblico che si debellano simili piaghe. Siamo però altrettanto consapevoli che per consentire all’Ente locale di promuovere e rinsaldare iniziative sociali e culturali è necessario che lo Stato, in tutte le sue articolazioni, intervenga a sostegno e faccia la sua parte”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»