Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Diabete, Amd: “Solo lo specialista prescrive i farmaci innovativi, è incongruo” / Video

[video mp4="https://media.dire.it/2017/02/amd2.mp4" poster="https://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/02/amd_cattura2.jpg"][/video] ROMA - "L'uso dei farmaci per la cura del diabete è incongruo ed è riconducibile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’uso dei farmaci per la cura del diabete è incongruo ed è riconducibile al fenomeno definito ‘inerzia terapeutica’, perché riuscire a individuare il paziente giusto cui prescrivere il farmaco giusto richiede tempo e non è semplice, e a volte il medico specialista è indotto per vari motivi a non intervenire con la necessaria attenzione. Vi è poi il problema della prescrizione dei farmaci innovativi, riservata solo allo specialista che si occupa di diabete”. Così il presidente eletto AMD (Associazione Medici Diabetologi), Domenico Mannino, in occasione del workshop istituzionale ‘Il paziente al centro: la gestione integrata della cronicità’ organizzato oggi a Roma da Msd Italia nell’ambito del progetto #Insieme per il cuore.

“I nuovi farmaci sono soggetti al Piano terapeutico- ha proseguito Mannino- e così, pur essendo efficaci, anche rispetto alle complicanze del diabete, e sicuri dal punto di vista cardiovascolare rispetto ai farmaci di vecchia generazione (per esempio le sulfoniluree), non vengono utilizzati nella misura opportuna. L’obiettivo del Piano terapeutico è contenere la spesa farmaceutica, ma in questo modo si nega a molti pazienti l’accesso alle terapie più efficaci, con conseguente aumento della spesa per il trattamento delle complicanze. L’impossibilità da parte del medico di medicina generale di avere a disposizione tutto l’armamentario terapeutico disponibile per la corretta gestione del diabete apre una questione innanzitutto di appropriatezza prescrittiva a beneficio del Servizio sanitario nazionale- ha concluso- ma soprattutto etica nei confronti delle persone con diabete”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»