Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, spunta una terza polizza. Raggi: “Io estranea. Inaccettabile, denuncio Romeo”/VD

Nell'inchiesta della Procura di Roma è emersa una terza polizza stipulata da Salvatore Romeo in favore di Virginia Raggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ho letto anche stamattina di questa polizza. Chiaramente sono io la prima a voler capire che sta succedendo. È una vicenda che mi vede del tutto estranea”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, arrivando in Campidoglio, in merito a una terza polizza che sarebbe stata intestata a lei dal suo ex caposegreteria Salvatore Romeo. A chi le chiedeva se si sentisse ‘messa in mezzo’ e se fosse intenzionata a querelare Romeo, Raggi ha risposto: “Stiamo lavorando con gli avvocati per capire cosa fare”.

La nuova polizza– la terza stipulata da Romeo a favore di Raggi- risalirebbe al 26 gennaio, ovvero due giorni dopo la notifica dell’avviso di garanzia al sindaco di Roma. E c’è anche un altro ‘giallo’ su cui stanno lavorando gli inquirenti: Romeo, subito dopo l’arresto di Raffaele Marra per corruzione il 16 dicembre, avrebbe svuotato completamente una cassetta di sicurezza a lui intestata. L’operazione è stata eseguita il lunedì, l’arresto era avvenuto di venerdì.

“ESPOSTO IN PROCURA CONTRO ROMEO”

“Ora spunta anche una terza polizza intestata dal dottor Romeo a mio nome, questa stipulata addirittura due giorni dopo che ho annunciato di aver ricevuto un invito a comparire dalla Procura di Roma. È inaccettabile che il dottor Romeo abbia fatto una cosa del genere, ne prendo totalmente le distanze. A questo punto con i miei avvocati presenterò un esposto in Procura per tutelare la mia persona”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

di Mirko Gabriele Narducci, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»