Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Protezione Civile. 400 mila euro per intervento sulla viabilità Taipana (Ud)

TRIESTE - La Protezione civile regionale del Friuli Venezia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

protezione civileTRIESTE – La Protezione civile regionale del Friuli Venezia Giulia interverrà con 400 mila euro per la salvaguardia della pubblica incolumità e per la messa in sicurezza della viabilità, in comune di Taipana (Ud), tra le frazioni di Prossenicco e Platischis, in prossimità del cimitero di Prossenicco.

   Il decreto, firmato dall’assessore regionale Paolo Panontin, autorizza infatti i lavori urgenti su quel tratto di arteria stradale interessato da un dissesto, le cui condizioni dal 2012, come segnalato dallo stesso Comune di Taipana, hanno registrato un progressivo peggioramento.

   Da un punto di vista amministrativo il Comune di Taipana sarà l’ente attuatore dell’intervento di Protezione civile. L’opera consisterà nella realizzazione di una variante della viabilità, bypassando la parte geologicamente instabile del tracciato attuale. Inoltre verrà attuata la sistemazione del rimanente tratto di strada che arriva fino al valico di Ponte Vittorio Emanuele con la Slovenia.

   L’iter procedurale per il Comune prevede entro il prossimo 30 settembre la presentazione alla Protezione civile FVG di una prima relazione e del cronoprogramma dei pagamenti. Successivamente, con il termine del 30 giugno 2017, dovranno essere ultimati i lavori; infine, entro il 31 dicembre 2017 dovrà essere presentato il rendiconto finale delle spese sostenute.

   Va ricordato che la Protezione civile aveva già operato in una prima fase, riducendo il pericolo di crollo della carreggiata, evitando in tal modo l’isolamento delle due frazioni e l’interruzione del collegamento con la Slovenia. A seguito di ciò, alla luce di alcuni sopralluoghi, è stata constatata un’evoluzione del fenomeno franoso tale da rendere indifferibile ed urgente la necessità di un intervento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»