hamburger menu

Kluge (Oms Europa): “Nessuno può sfuggire al Covid, Italia vicina al picco di Omicron”

Kluge conferma che entro marzo il 50% degli europei avrà contratto Omicron

ospedale coronavirus

ROMA – “Nessuno può sfuggire al SARS-Cov2, l’immunità la raggiungeremo attraverso il vaccino o il contagio naturale a causa della elevatissima trasmissione della variante Omicron. È importante che si decida per la vaccinazione perché le persone vaccinate rischiano 10 volte in meno di sviluppare malattie gravi o di morire. Certamente la variante Omicron ha manifestazioni asintomatiche ma negli individui non vaccinati vediamo quello che è accaduto con le altre ondate. La traiettoria da seguire è: vaccinazione, terza dose, mascherine, monitoraggio e accesso a farmaci antivirali”. Così Hans Kluge, direttore Regionale dell’Oms per l’Europa, a Mezz’ora in più su Rai3.

Kluge conferma che entro marzo il 50% degli europei avrà contratto Omicron: “Visto il numero dei no vax prevediamo che in qualsiasi momento tra gennaio e maggio 40 paesi su 53 subiranno un elevato stress per numero di ricoveri e terapie intensive e contagi tra operatori sanitari. È cruciale rivalutare il protocollo dei tamponi e delle quarantene“. L’Italia “è molto vicina al raggiungimento del picco dell’ondata omicron- conclude Kluge- entro due-tre settimane, poi comincerà a scendere”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-16T15:49:54+02:00