Chiusura galleria Giovanni XIII: ecco le strade alternative

La chiusura è prevista dal 20 gennaio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La sera di lunedì 20 chiuderà la canna nord, ovvero quella diretta verso Pineta Sacchetti e via Trionfale, della galleria Giovanni XXIII. L’interdizione del traffico durerà circa 40 giorni h24 a cui seguiranno, però, altri 40-50 giorni di chiusura notturna. A spiegare i dettagli, alcuni inediti, dell’intervento che sta per partire sull’importante tunnel di Roma nord sono stati il capo del dipartimento Simu, Fabio Pacciani, e l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Roma, Linda Meleo, intervenuti questa mattina nel corso di una riunione congiunta delle commissioni capitoline Lavori pubblici e Mobilità. Come anticipato, dunque, i lavori della canna sud saranno spostati dopo il 4 luglio, data dell’ultima partita degli Europei di calcio ospitati a Roma, mentre quelli della canna nord partiranno tra pochi giorni.

“La gara- ha spiegato Meleo- prevedeva 75 giorni di lavori per ogni canna. In modo molto collaborativo con le imprese abbiamo rivisto il cronoprogramma e siamo scesi a 35/40 con lavori anche notturni per le parti residue” che, ha chiarito Pacciani, “potrebbero durare altri 40-50 notti”. Per questo motivo, ed anche per la presenza nella zona del Foro italico delle partite di calcio per gli Europei 2020 dall’11 giugno al 4 luglio, non sarà possibile effettuare i lavori sulle due canne tutti durante l’estate, come richiesto dalla consigliera di Fdi Lavinia Mennuni. “L’obiettivo- ha concluso il suo intervento Meleo- è quello di riportare la sicurezza in un punto della città molto trafficato e interessato spesso da trasgressioni dei limiti di velocità. Dopo un primo intervento per il potenziamento dell’illuminazione ora parte questo secondo pacchetto di interventi che interesserà il rifacimento del manto stradale, la pulizia e la sistemazione di caditoie e tombini, il rifacimento della segnaletica, la riparazione delle infiltrazioni dal soffitto e la sostituzione o pulitura dei panelli fotoriflettenti. Una parte sarà sostituita e una parte sarà ripulita”.

“La galleria non è stata realizzata male ma questo è il primo intervento di manutenzione straordinaria su questa opera dalla sua messa in esercizio nel 2004- ha aggiunto Pacciani- in particolare sarà realizzato un nuovo tappeto di usura con grande aderenza, migliore di quello del 2004 che comunque in 16 anni si era deteriorato, per aumentare la sicurezza”.

GLI ITINERARI ALTERNATIVI

“Gli itinerari alternativi suggeriti quando la ‘canna nord’ a salire sarà chiusa, per chi arriva da est sulla tangenziale, sono questi: l’uscita a Tor di Quinto per poi prendere via Colli della Farnesina, piazza Igea e via Trionfale, oppure l’uscita di corso Francia, per poi risalire con la via Cassia, via Cortina d’Ampezzo e via Trionfale. Resterà aperta la galleria Farnesina, che consentirà di risalire su via Edmondo De Amicis o sulla Panoramica”. Queste le alternative di viabilità in vista dell’imminente chiusura, per lavori, dal 20 gennaio, della ‘canna’ in direzione nord della galleria Giovanni XXIII, a Roma.

LEGGI ANCHE

Dal 20 gennaio chiude la Galleria Giovanni XXIII, Raggi: “Una buona notizia”

A elencarle è stato l’ingegner Fabrizio Benvenuti dell’agenzia Roma servizi per la Mobilità, intervenuto nel corso dei lavori congiunti delle commissioni comunali Lavori pubblici e Mobilità, dove sono state rese note tutte le informazioni dell’imminente avvio dei lavori per la galleria Giovanni XXIII.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»