Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Arriva l’ordinanza anti-movida di De Luca per le feste, ecco cosa prevede

vincenzo de luca-min_imagoeconomnica
Vietato il consumo di cibo e bevande per strada (ad esclusione dell'acqua) dal 23 dicembre al primo gennaio e divieto di svolgere eventi e feste anche all'aperto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Elisa Manacorda

NAPOLI –  Divieto di consumare cibo e bevande, ad esclusione dell’acqua, nelle aree pubbliche e divieto di svolgere eventi, feste o manifestazioni con assembramenti nei luoghi pubblici all’aperto: è questo il contenuto dell’ordinanza numero 27 che il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca si appresta a firmare e che sarà in vigore dal 23 dicembre al primo gennaio 2022.

Il divieto del consumo di cibi e bevande è previsto per l’intero arco della giornata, ferma restando la possibilità di consumo ai tavoli all’aperto. Per i giorni 23, 24, 25, 31 dicembre 2021 e primo gennaio 2022, inoltre, dalle 11 e fino alle 5 del giorno successivo, ai bar e agli altri esercizi di ristorazione è fatto divieto di vendita con asporto di bevande, alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua.

Con l’ordinanza il presidente della giunta raccomanda “ai Comuni l’adozione, laddove necessario, di provvedimenti di chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale ai sensi delle disposizioni vigenti” nonché di “intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto delle disposizioni vigenti, in particolare nelle zone della movida”. Confermato e ribadito “l’obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale, anche all’aperto, in ogni luogo non isolato”.

LEGGI ANCHE: De Luca avverte: “A Natale e Capodanno niente feste e stop alcolici in Campania”

DECISIONI SU NATALE E CAPODANNO NON SONO UN SUPPLIZIO

di Nadia Cozzolino

“Abbiamo soprattutto fasce giovanili che impazziscono, alle 5 e alle 6 di sera sono già fatti, hanno già bevuto alcolici, superalcolici. Credo che serva un atto di responsabilità”. Lo ha detto, intervenendo a margine di una seduta del Consiglio regionale, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, commentando l’ordinanza che introduce nuove restrizioni tra Natale e Capodanno. “Queste decisioni che prendiamo – ha detto – non sono un supplizio per nessuno, sono un appello al senso di responsabilità. Non è che gli alcolici li deve comprare alla vigilia di Natale. Se devi comprare la cassetta di liquori puoi comprarla due giorni prima, non è che devi andare a fare ammuina proprio alla vigilia di Natale con migliaia di persone in mezzo alla strada”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»