Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Lopalco: “No a contrapposizione ideologica sulla scuola”

Pierl Luigi Lopalco
"Si parla di terza ondata, senza pensare che la seconda non è affatto conclusa" avverte l'epidemiologo e assessore alla Sanità della Regione Puglia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – “Affermare tout-court che “la scuola è sicuraè un atteggiamento tanto stupido quanto stupido è attribuire alla chiusura delle scuole un ruolo salvifico“. Lo scrive in un post pubblicato sui social, l’epidemiologo e assessore regionale della Puglia alla Sanità Pier Luigi Lopalco che evidenzia come non sia “tollerabile il livello di contrapposizione ideologica che si è sviluppato intorno al tema della apertura/chiusura delle scuole”. Le evidenze scientifiche a favore delle due tesi, per l’esperto, sono deboli per “incompletezza dei dati, enorme quota di infezioni asintomatiche nei soggetti in età scolare e impossibilità a scorporare il ruolo della chiusura delle scuole dalle altre misure di prevenzione e controllo”. Lopalco invita a leggere un lavoro di “John Edmunds, uno dei migliori epidemiologi che abbia conosciuto” da cui si deduce che “è difficile escludere il ruolo dei ragazzi in età scolare nell’attivazione dei focolai famigliari”. “Cerchiamo di seguire il principio di precauzione, almeno per il picco invernale – suggerisce Lopalco – inutile discutere sulla sicurezza delle procedure applicate in ambiente scolastico. Inutile attribuire la responsabilità all’affollamento dei trasporti. Quello che importa è la valutazione dell’impatto sulla dinamica del contagio della ripresa della scuola al 100% in presenza”, ribadisce evidenziando che “l’approccio prudenziale della nostra regione che mira a limitare (non escludere) la didattica in presenza credo sia un buon compromesso. Affollare nuovamente le classi solo per far fede ad una presa di posizione ideologica non mi sembra una buona idea”. “Si parla di terza ondata, senza pensare che la seconda non è affatto conclusa e – conclude – potrebbe riprendere forza in qualsiasi momento. Un errore in questa fase sarebbe imperdonabile”.

LEGGI ANCHE: Covid, da oggi tutta la Puglia torna gialla: nuove restrizioni ad Altamura

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»