Solidarietà di David Grossman a Liliana Segre: “Società che tollera razzismo è malata”

Lo scrittore israeliano è in Italia per promuovere il suo ultimo libro: "Bisogna combattere l'antisemitismo che è un germe, una malattia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dopo la deportazione, dopo essere tornata viva, pensiamo a cosa deve provare Liliana Segre, dopo settant’anni, a rivedere riaffiorare il razzismo e l’antisemitismo. Una società che tollera questo è una società malata“. Lo ha detto lo scrittore israeliano, David Grossman, in Italia per promuovere il suo ultimo libro, intervistato dal Tg1. “Sono contento che il presidente della Repubblica d’Israele, Reuven Rivlin l’abbia invitata in Israele, bisogna combattere l’antisemitismo che è un germe, una malattia“, ha aggiunto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»