Cucchi, la richiesta del Pg in Cassazione: annullare l’assoluzione dei medici

Chiesto anche il rigetto del ricorso per l'assoluzione degli agenti penitenziari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il procuratore generale Nello Rossi, davanti alla V sezione penale della Cassazione durante l’udienza per il caso di Stefano Cucchi, ha chiesto alla Corte “il rigetto dei ricorsi del procuratore generale presso la Corte d’Appello e delle parti civili contro l’assoluzione dei tre agenti di Polizia penitenziaria” e l’annullamento con rinvio dell’assoluzione di cinque sanitari su sei, escludendo il medico Rosita Caponetti che era indagata per falso ideologico.

stefano cucchi

“Chiedo la conferma dell’assoluzione” dei tre agenti della Polizia penitenziaria “perché la verità va cercata altrove“, spiega, facendo riferimento alla seconda inchiesta aperta sulla vicenda, e spiegando che “gli elementi contro gli agenti sono insufficienti”.

“Alla luce della nuova inchiesta abbiamo deciso di rinunciare al ricorso” presentato contro l’assoluzione dei tre agenti della Polizia penitenziaria. Lo ha detto il legale della famiglia Cucchi, Fabio Anselmo, davanti alla V sezione penale della Cassazione durante l’udienza per il caso di Stefano Cucchi. “Avevamo impostato il ricorso sulle carte, se queste sono state falsate noi siamo stati le prime vittime di questi falsi”, ha spiegato il legale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»