Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ndrangheta, amministrazione di Siderno sotto tiro: intimidazioni e mezzi del Comune incendiati

Tutti episodi accaduti a pochi giorni dall'insediamento della nuova amministrazione guidata dalla sindaca Mariateresa Fragomeni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA –  Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha espresso la propria sentita “vicinanza al sindaco di Siderno, all’Amministrazione comunale e all’intera comunità locale per i vili atti intimidatori registratisi dopo l’insediamento del nuovo Consiglio comunale e la conseguente cessazione della gestione commissariale per infiltrazioni della criminalità organizzata”. “Sono in costante contatto con il Prefetto di Reggio Calabria che ha già convocato per oggi pomeriggio un Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si terrà proprio a Siderno, con la partecipazione dei sindaci della Locride, anche al fine di disporre un rafforzamento dei dispositivi di controllo del territorio”, ha aggiunto la titolare del Viminale.

“Solidarietà al sindaco di Siderno Maria Teresa Fragomeni e a tutta l’amministrazione comunale del Comune reggino per le nuove e inaccettabili intimidazioni subite. Andate avanti, maggioranza e opposizione, per il bene dei vostri concittadini: avrete la Regione al vostro fianco”. Così su Twitter Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria. 

BRUNI: “MAGISTRATURA FACCIA CHIAREZZA”

“Solidarietà e affetto al sindaco Fragomeni e alla sua cittadinanza, non sono soli, hanno vicino i calabresi onesti, le Istituzioni sane e intere comunità che si battono da sempre per la legalità e per la democrazia. Nessuno dovrà mai condizionare chi amministra nell’esclusivo interesse dei cittadini e per il bene della collettività”. Così la consigliera regionale calabrese Amalia Bruni(gruppo misto) che aggiunge: “Due mezzi incendiati del Comune, parcheggiati nel deposito sotto la tribuna centrale dello stadio comunale. Qualche settimana fa sono state bruciate le auto del consigliere comunale Mimmo Catalano e una busta con all’interno un proiettile è stata lasciata sul davanzale dell’ufficio elettorale. Episodi accaduti a pochi giorni dall’insediamento della nuova amministrazione guidata dal sindaco Mariateresa Fragomeni, eletta con un vasto consenso”. “È palese che l’amministrazione si trovi sotto tiro ma chi si nasconde dietro questi atti vigliacchi non può e non deve intimidire, attendiamo con fiducia – conclude – che la magistratura e le forze dell’ordine faranno chiarezza in ordine a questi episodi criminali, assicurando alla giustizia chi tenta di minare la legalità e la sicurezza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»