Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Un patto per la manovra’, sì del centrodestra alla proposta di Letta

L'appello del segretario Pd: "Ognuno rinunci alla sua bandiera per un risultato condiviso da tutti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La proposta del segretario del Pd, Enrico Lettadi un patto con il presidente Draghi tra i leader della maggioranza sulla legge di bilancio è costruttiva. Bene ha fatto il presidente Berlusconi ad accoglierla con favore, dal momento che tutte le forze di maggioranza sono chiamate ad assicurare la stabilità necessaria per varare una delle leggi più importanti per il nostro Paese. Sarebbe opportuno fare le dovute valutazioni sull’elezione del Presidente della Repubblica solo in un secondo momento. Il periodo storico che stiamo vivendo, e che vede impegnato il governo Draghi in un complesso percorso di riforme, richiede sì coraggio ma anche grande responsabilità e spirito di coesione”, dichiara in una nota la deputata di Forza Italia e sottosegretario di Stato ai rapporti con il Parlamento, Deborah Bergamini.

Blindiamo la manovra“, aveva dichiarato ieri il segretario Pd in passaggio cruciale dell’intervista rilasciata a La Stampa, a proposito della tenuta della maggioranza. “Anch’io vedo uno sfilacciamento in corso che temo- spiega- perché in questo momento c’è bisogno dell’opposto. Un’assunzione di responsabilità delle forze politiche a sostegno di Draghi”. E aggiunge: “Propongo un incontro di tutti i leader della maggioranza con il premier. Blindiamo la manovra e gli aggiustamenti che concorderemo in Parlamento. Ognuno rinunci alla sua bandiera per un risultato condiviso da tutti”.

Appello raccolto anche dalla Lega: “Governatori, sindaci, parlamentari: Matteo Salvini è al lavoro con rappresentanti della Lega a tutti i livelli per discutere anche di manovra”, si legge in una nota. In particolare, “il partito insiste sulla modifica del reddito di cittadinanza per eliminare gli sprechi e gli abusi e destinare più risorse per taglio delle tasse e sostegno alle persone con disabilità”. Salvini “ribadisce la piena disponibilità a collaborare, come già aveva proposto il 13 ottobre al presidente Mario Draghi: in quell’occasione, il leader della Lega aveva suggerito un tavolo con tutti i segretari dei partiti della maggioranza per sminare il più possibile il cammino del governo ed evitare inutili muro contro muro come quello voluto da Pd e 5Stelle sul Ddl Zan”.

 LUPI (NCI): ‘METODO LETTA’ ANCHE PER QUIRINALE

“Noi con l’Italia condivide e sostiene la proposta del segretario del Pd Enrico Letta di collaborare sulla manovra per il rilancio dell’economia: lavorare insieme a un progetto di rinascita è il modo migliore per accelerare l’uscita dalla crisi e costruire un futuro solido. Lo stesso metodo, del confronto prima e della condivisione poi, dovrebbe essere successivamente utilizzato anche per eleggere il presidente della Repubblica, un passaggio fondamentale per l’equilibrio delle istituzioni in una delicata fase di transizione”. Lo afferma il presidente di Noi con l’Italia Maurizio Lupi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»