Regionali, Borgonzoni (Lega): “Con me l’Emilia-Romagna avrà due mari”

L'idea è di "aprire ai collegamenti che garantiranno uno sbocco anche sul mar Tirreno": il progetto della senatrice della Lega candidata governatrice in Emilia-Romagna:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – “Vogliamo fare dell’Emilia-Romagna la Regione dei due mari, aprendo ai collegamenti che garantiranno uno sbocco anche sul mar Tirreno, e lanciare il progetto della rete dei porti commerciali del nord Adriatico”. Lo scrive in una nota la senatrice della Lega Lucia Borgonzoni, candidata governatrice in Emilia-Romagna. “Bellissimo il Paladozza ieri, un’emozione indescrivibile”, scrive in una nota Borgonzoni ringraziando “chi c’era e tutti coloro che hanno dato e daranno il loro contributo costruttivo alla campagna per liberare la nostra regione da mezzo secolo di oppressione Pd”.

“L’Emilia-Romagna confina col Trentino”, la sorprendente gaffe di Lucia Borgonzoni (Lega)

“Spiace- prosegue Borgonzoni- per chi avrebbe voluto essere presente ma non ha potuto a causa delle azioni violente e prepotenti”, cioè il corteo dei centri sociali. “Il diritto di manifestare pacificamente è di tutti, sempre, quello antidemocratico e prepotente no”. In ogni caso “siamo in campo per rappresentare gli emiliano-romagnoli che vogliono tornare a vivere, investire e godere in libertà e sicurezza di questa splendida terra e per rivendicare, con forza, che l’Emilia Romagna è di tutti. Dopo il Paladozza, nella sfida tra idee e violenza, hanno vinto le prime 1 a 0. Avanti!”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»