Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Calcio, Ventura esonerato: non è più lui il ct della Nazionale

ROMA  - Il Ct della Nazionale italiana, Gian Piero Ventura
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

gian piero ventura

ROMA  – Il Ct della Nazionale italiana, Gian Piero Ventura e’ stato esonerato.

LEGGI ANCHE

Calcio, Tommasi: “Tavecchio ha detto che non si dimette”

“Nel corso della riunione convocata dal presidente della Figc, Carlo Tavecchio, alla quale hanno preso parte i presidenti delle componenti federali Gravina, Nicchi, Sibilia, Tommasi e Ulivieri, è stato avviato un confronto a seguito della mancata qualificazione della Nazionale ai Mondiali di Russia 2018. Come primo punto all’ordine del giorno, Tavecchio ha comunicato la scelta sulla guida tecnica azzurra e, a far data da oggi, Gian Piero Ventura non è più il commissario tecnico della Nazionale. Il presidente federale ha informato altresì rappresentanti delle componenti, che ne hanno preso atto, della sua indisponibilità a rimettere il mandato per assumersi la responsabilità di sottoporre al consiglio Federale di prossima convocazione una serie di proposte su cui i consiglieri saranno chiamati a esprimersi”. Questo il comunicato diramato dalla Federcalcio al termine della riunione straordinaria convocata nella sede di via Allegri a Roma per fare il punto sulla situazione dopo la mancata qualificazione degli Azzurri al mondiale di Russia 2018.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»