Donna trovata morta dissanguata in casa a Bari, forse ferita mentre si iniettava droga

È questa una delle ipotesi su cui lavorano i carabinieri che stanno ascoltando il compagno della donna. Nell'abitazione con lei c'era anche la figlia di 10 anni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BARI – Con ogni probabilità, la donna di 40 anni trovata senza vita nella camera da letto della sua abitazione a Bari si sarebbe ferita in modo grave mentre si stava iniettando in vena una dose di stupefacente. Così avrebbe preso l’arteria femorale morendo dissanguata: sul suo corpo c’è una sola ferita all’inguine. È questa una delle ipotesi su cui lavorano i carabinieri, coordinati dalla procura di Bari. In caserma i militari stanno ascoltando il compagno della donna ma non è chiaro se fosse in casa oppure no quando è avvenuto il ferimento. Entrambi risultano essere tossicodipendenti. È stato l’uomo a chiedere aiuto al 118 che nulla ha potuto fare per salvare la 40enne. Nell’abitazione che si trova vicino all’Ateneo, c’era la figlia della vittima che è stata presa in carico dal padre, ex marito della 40enne.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

15 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»