Trasporto pubblico locale, De Micheli: “Nelle ore di punta raramente si arriva all’80%, la capienza resta invariata”

"Aumenteremo i controlli, ma i contagi sono minimi"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Il monitoraggio del tpl che abbiamo fatto ieri indica che, anche in orario di punta, raramente si raggiunge l’80% di capienza“, dichiara la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, a Rai 1, osservando che “l’immagine con pullman urbani con molte persone in piedi dà l’idea di un affollamento con distanziamento inferiore al metro”. La ministra ricorda che “il metro può venir meno con queste tre condizioni: mascherina, areazione, un tempo di durata del trasferimento che sia limitato”.

“CAPIENZA RESTA ALL’80%”

“La riunione di ieri ha confermato la capienza all’80%, un potenziamento dei controlli a terra e a bordo treno e la necessità di scaglionare meglio gli orari con un lavoro specifico sulle scuole“, precisa la ministra dei Trasporti, osservando che “un treno con tutti i posti seduti occupati è a norma, il problema ci può essere sulla banchina e nella salita dove bisogna mantenere il distanziamento”. Insomma, le regole sono confermate anche alla luce di un “contagio infinitesimale” nei mezzi di trasporto.

“SEGUENDO LE REGOLE NON AVREMO UN ALTRO LOCKDOWN”

“Se tutti seguiamo le regole non dovremo avere un altro lockdown, dobbiamo seguire le regole, anche in casa, ne va del nostro futuro e anche per non ripiombare nel lockdown”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

15 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»