Ruffini e Bruni campioni nel mondo nei 10 km di nuoto/FOTO

Dopo sei lunghe e difficili tappe, oggi a Hong Kong i due militari hanno conquistato il titolo mondiale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ruffini_bruni_nuotoROMA – La realizzazione di un sogno che conferma la valenza agonistica di due atleti che ci hanno regalato una emozione: il 1° Caporal Maggiore Rachele Bruni e il 1° Caporal Maggiore Simone Ruffini sono saliti sul gradino più alto del podio della Coppa del Mondo di 10 chilometri di nuoto in acque libere conquistando la medaglia d’oro. Una impresa, quella degli azzurri dell’Esercito, che li ha visti impegnati in sei lunghe e difficili tappe dall’Argentina agli Emirati Arabi Uniti, dall’Ungheria al Canada fino ad arrivare in Cina lo scorso fine settimana. La settima e ultima prova svoltasi oggi, 15 ottobre 2016, nelle acque di Repulse Bay sulla costa meridionale dell’isola di Hong Kong, ha visto il 1° Caporal Maggiore Bruni e il 1° Caporal Maggiore Ruffini terminare davanti a tutti conquistando, di fatto, la prima posizione in classifica generale e il titolo Mondiale. A loro, i complimenti del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Danilo Errico che ha espresso apprezzamento per il lusinghiero risultato dei due atleti del Centro sportivo olimpico dell’Esercito “a conferma di come con l’impegno, la costanza, la tenacia e l’allenamento si possano ottenere risultati eccellenti. Lo sport militare è uno dei punti di forza dello sport nazionale di élite. Ogni vittoria esalta la dedizione alla fatica che ogni giorno, con senso di responsabilità, le donne e gli uomini dell’Esercito offrono per conseguire i propri obiettivi di servizio, sia in campo sportivo sia in campo operativo”.

La fiorentina Rachele Bruni, dopo l’argento nelle Olimpiadi di Rio 2016, si conferma detentrice della prestigiosa Coppa per la seconda volta consecutiva sulla medesima distanza. Per il marchigiano tolentinese Simone Ruffini, già campione del mondo nei 25 chilometri di nuoto in acque libere lo scorso anno in Kazan invece, dopo l’amaro sesto posto a Rio 2016, la vittoria nei 10 chilometri di Coppa del Mondo di oggi rappresenta una conferma delle sue grandi capacità agonistiche e un tassello in più sul palmarès.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»