Zingaretti saluta i mille giovani in partenza grazie al bando regionale ‘Torno subito’

Quest'anno oltre mille giovani andranno a lavorare all'estero, in aziende leader, e torneranno per continuare con dei tirocini dentro aziende italiane che gia' hanno trovato attraverso partnership che si sono realizzate
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

zingaretti torno subitoROMA – Sono circa mille i giovani del Lazio risultati vincitori del bando regionale ‘Torno Subito’ 2015-2016, in partenza per vivere un’esperienza di studio o di lavoro, in Italia o all’estero, ma a una condizione: tornare e reimpiegare le competenze acquisite. A incontrarli, in occasione dell’evento per la firma della convenzione, il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, e il  vicepresidente Massimiliano Smeriglio. Per questa seconda edizione del bando sono pervenuti 1.485 progetti di cui 1.000 finanziati. Tra le novità l’attenzione data alle professioni cinematografiche e l’App di Torno Subito, che fornirà a tutti i vincitori del bando uno strumento innovativo per illustrare il proprio progetto, dialogare direttamente con gli uffici amministrativi, chattare con gli altri vincitori presenti nella stessa città e mettersi in rete per creare nuove sinergie.

giovani torno subito“Stiamo mettendo in campo delle politiche innovative nel Lazio per i giovani- ha detto Zingaretti- Quest’anno oltre mille giovani andranno a lavorare all’estero, in aziende leader, e torneranno per continuare con dei tirocini dentro aziende italiane che gia’ hanno trovato attraverso partnership che si sono realizzate. Questa e’ una forma innovativa di aiutare i giovani del territorio ad essere più competitivi e qualificati per entrare nel mondo del lavoro. Noi vogliamo che loro crescano e poi tornino ad arricchire il panorama produttivo italiano”.

“Per noi questo e’ un patto fiduciario, di impegno tra l’amministrazione e voi- ha aggiunto Smeriglio alla platea di giovani- Prendete sul serio questa opportunita’ e mettetevi in gioco per la nostra comunita’”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»