Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Bari gita tra i delfini per i piccoli pazienti oncologici

L'iniziativa è parte integrante del progetto "Noi Giovani", dedicato al sostegno medico specializzato nell'età adolescenziale e psicosociale dei teenager con tumore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Saranno i delfini a regalare un po’ di serenità ai degenti dell’Oncoematologia pediatrica del Policlinico di Bari che domani pomeriggio salperanno dal molo sant’Eligio di Taranto per avvistare i mammiferi che vivono nelle acque del mar Ionio. “Sarà una esperienza indimenticabile e i ragazzi non sono nella pelle: stanno facendo il countdown nell’attesa che arrivi domani”, spiega Giovanna Natile, direttrice amministrativa e counselor di Apleti, l’associazione pugliese per la lotta contro le emopatie e i tumori nell’infanzia che ha organizzato l’iniziativa. Si tratta di bambini e adolescenti che combattono contro malattie terribili.

La gita è “dedicata a loro che affrontano il percorso di cura, per far sì che si ritrovino con compagni di corsia, medici, operatori sanitari oltre i confini dell’ospedale”, aggiunge Chiara Rutigliano, psicoterapeuta Apleti chiarendo che “l’obiettivo è far sì che si ritaglino del tempo per staccare dai vissuti strettamente legati alla malattia vivendo ore di vita quotidiana, ricaricandosi a contatto con la natura e con ciò che l’elemento mare può donare. Un tempo che possa essere terapeutico e di sostegno emotivo e psicologico per i ragazzi e le loro famiglie”. “Attualmente – continua Terry Perillo, dirigente medico dell’unità operativa complessa di Oncoematologia pediatrica Bari – abbiamo in trattamento chemioterapico attivo quasi 45 adolescenti”.

L’iniziativa è parte integrante del progetto “Noi Giovani”, dedicato al sostegno medico specializzato nell’età adolescenziale e psicosociale dei teenager con tumore. Il progetto, sostenuto dall’Apleti, tutela la qualità delle cure oncologiche che, per questo particolare gruppo di pazienti, prevede iniziative dedicate ai ragazzi, per restituire loro normalità e leggerezza.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»