Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Von der Leyen: “La crescita economica in Europa ha superato America e Cina”

ursula von der leyen_imagoeconomica
Secondo la presidente della Commissione europea "19 Paesi dell'Ue raggiungeranno i livelli pre-pandemia entro quest'anno"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – “Mentre il resto del mondo parlava l’Europa ha agito e ce l’ha fatta”. Così la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen nel suo discorso sullo Stato dell’Unione al Parlamento europeo riunito a Strasburgo. Se negli anni passati, ha detto la presidente, “sono serviti otto anni per superare gli effetti della crisi economica”, oggi “19 Paesi raggiungeranno i livelli pre-pandemia entro quest’anno e la crescita zona euro ha superato America e Cina nell’ultimo trimestre”.

“L’EUROPA È LEADER SUI VACCINI CON IL 79% DEI CITTADINI IMMUNIZZATI”

L’Europa è “leader nel mondo sui vaccini” infatti “oltre il 79% della nostra popolazione è vaccinata e l’Europa è l’unica ad aver diviso oltre la metà dei nostri vaccini col resto del mondo, con oltre 700milioni” ha spiegato von der Leyen.

La presidente ha quindi annunciato che “la Commissione aggiungerà una nuova donazione di altri 200 milioni di dosi fino alla metà del prossimo anno”. Per riflettere su come crisi ha colpito forma e struttura dell’economia in termini di debito e lavoro“ la Commissione rilancerà la discussione sulla governance economica” ha concluso la presidente.

“NELL’UE VEDO UNA FORTE ANIMA: ABBIAMO AGITO UNITI E HA FUNZIONATO”

“Se rifletto sull’anno passato e sullo Stato dell’Unione vedo una forte anima in tutto quello che facciamo“. Così ha esordito la presidente della Commissione europea nel suo discorso sullo Stato dell’Unione al Parlamento europeo riunito a Strasburgo. Durante la più grande crisi sanitaria mondiale “ci siamo uniti per garantire a tutti gli angoli d’Europa di avere dei vaccini salvavita e abbiamo proceduto con Next generation Eu e con il Green deal” ha aggiunto la presidente. “Abbiamo agito bene perché lo abbiamo fatto come Europa e ha funzionato”. Secondo Von der Leyen, quando l’Europa agisce insieme “lo fa rapidamente”. Dall’Italia, intanto, arriva il monito del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “L’Unione cambi o rischia di crollare”.

“DALL’UE ALTRI 100 MILIONI DI EURO IN AIUTI UMANITARI PER L’AFGHANISTAN”

Siamo a fianco del popolo afghano” ha aggiunto Von der Leyen nel suo discorso al Parlamento europeo. “Dobbiamo evitare il rischio concreto di una carestia e di un disastro umanitario” ha aggiunto la presidente. Von Der Leyen ha annunciato che la Commissione “aumenterà il suo aiuto umanitario per l’Afghanistan di 100 milioni di euro, parte di un nuovo pacchetto di sostegno”.

“BEBE VIO È PALADINA DEI VALORI IN CUI CREDE E IMMAGINE DELLA NUOVA GENERAZIONE”

Se sembra impossibile, allora si può fare” dichiara in italiano la presidente della Commissione europea. “Bebe ce l’ha fatta grazie al talento, alla tenacia e a un atteggiamento sempre positivo. È leader e paladina dei valori in cui crede e immagine della nuova generazione”. Per Von der Leyen “questo è lo spirito dei fondatori e delle fondatrici dell’Europa e lo spirito dell’Europa della prossima generazione”.

La presidente ha esortato a prendere la schermitrice medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo “come esempio, e lasciarsi ispirare da tutti i giovani che hanno cambiato la percezione del possibile e che hanno dimostrano che si può essere quello che si vuole e raggiungere tutto quello in cui si crede”. Questa, ha concluso la presidente della Commissione, “è l’anima e il futuro dell’Europa”.

“CON LA NATO LAVORIAMO A UNA DICHIARAZIONE CONGIUNTA SULLA DIFESA”

Lavoriamo con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg a una nuova dichiarazione congiunta che sarà presentata prima della fine dell’anno – spiega Ursula Von der Leyen -. È necessario investire nella partnership, ma anche essere in grado e avere la volontà di fare di più in autonomia”. I motivi di questa necessità sono per la presidente garantire stabilità nel vicinato, affrontare le minacce in continua evoluzione e mantenersi come Ue “un garante di sicurezza unico nel suo genere”. Ursula Von der Leyen ha infine annunciato che l’Unione europea terrà un summit sulla Difesa il prossimo anno, durante la presidenza di turno francese.

“PRESENTEREMO UNA PROPOSTA DI LEGGE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE”

Presenteremo una proposta di legge per la lotta alla violenza sulle donne. Parliamo del perseguimento efficace dei reati, di prevenzione e protezione, online e offline” spiega Von der Leyen. “Le donne devono poter vivere libere e indipendenti” ha aggiunto la presidente perché questo riguarda “la dignità di ciascuno, la giustizia”, che è “l’anima dell’Europa”.

“LA LIBERTÀ DEI MEDIA È UNA TUTELA PER LA DEMOCRAZIA”

Difendendo la libertà dei nostri media, difendiamo anche la nostra democrazia“. La presidente ha annunciato che l’anno prossimo sarà presentata una legge su questo tema.

“ENTRO 2027 STANZIEREMO ALTRI 4 MILIARDI CONTRO MUTAMENTI CLIMATICI”

Il cambiamento climatico è unicamente antropogenico e dato che siamo noi i responsabili, noi possiamo fare qualcosa”. L’Unione Europea quindi proporrà “ulteriori 4 miliardi entro il 2027, ma si attende che gli Stati Uniti e i suoi partner facciano altrettanto”, e chiede alla Cina di indicare “come concretizzerà i suoi incoraggianti obiettivi” per la decarbonizzazione. Così la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen nel suo discorso sullo Stato dell’Unione al Parlamento europeo riunito a Strasburgo.

Il Bauhaus europeo rappresenta l’anima del Grean Deal” ha affermato Von der Leyen. Obiettivi dell’Unione sono: dare un prezzo all’inquinamento, pulire l’energia, avere vetture intelligenti e aeroplani più puliti. Von Der Leyen ha annunciato inoltre che “l’Unione europea raddoppierà i suoi finanziamenti esterni per la biodiversità, in particolare per paesi più vulnerabili”.

La finanza climatica è “fondamentale per i paesi meno sviluppati per azioni di mitigazione e adeguamento” ha spiegato la presidente, affermando che a fronte dell’impegno europeo “altri stanno lasciando una lacuna che impedisce di raggiungere obiettivo globale”.
Von Der Leyen ha concluso affermando che “la leadership climatica ed economica è al cuore degli obiettivi europei di sicurezza”.

“AFFINCHÉ LA TRANSIZIONE SIA EQUA, L’AMBIZIONE IN MATERIA CLIMATICA SIA ANCHE SOCIALE”

Qualsiasi ambizione in materia climatica deve essere accompagnata da altrettanta ambizione in ambito sociale affinché la transizione sia equa”. L’Unione ha quindi proposto che “il nuovo fondo climatico-ambientale affronti il tema della povertà energetica” ha detto la presidente della Commissione europea.

“GLI IMPEGNI ATTUALI NON BASTANO PER MANTENERE IL RISCALDAMENTO CLIMATICO A 1,5 GRADI”

La COP26 costituirà il “momento di verità” per l’impegno contro i mutamenti climatici e “le ambizioni devono essere accompagnate da piani concreti”. Infatti “gli impegni attuali per il 2030 non bastano per mantenere il riscaldamento climatico a 1,5 gradi”. Così la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen nel suo discorso sullo Stato dell’Unione al Parlamento europeo riunito a Strasburgo.

“PRESTO UNA LEGGE EUROPEA SUI SEMICONDUTTORI”

È nostra intenzione presentare una nuova legge europea sui semiconduttori – ha spiegato la presidente della Commissione europea -. Intento dell’Unione Europea è coordinare gli investimenti dell’Unione e nazionali lungo la catena del valore. “Lo scopo – ha proseguito la presidente – è creare insieme un ecosistema europeo dei chip che sia all’avanguardia, inclusa la produzione”. In questo modo, ha spiegato la presidente, l’Europa “si garantirà la sicurezza dell’approvvigionamento e svilupperà nuovi mercati per una tecnologia europea innovativa”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»