Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali Roma, Bernaudo: “Altri candidati a sindaco fuggono dai confronti”

andrea bernaudo
Venerdì L'Opinione ha organizzato un dibattito su trasporti e rifiuti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ho partecipato a un solo confronto alla Lumsa lunedì scorso, allargato ad altri candidati, e devo dare atto che dei ‘4 dell’ave Maria’ ha partecipato solo il sindaco Raggi, gli altri non pervenuti con scuse varie. Il tema vero oggi a Roma è se continuare con le municipalizzate o fare le gare per la gestione operativa dei servizi pubblici, a partire da raccolta dei rifiuti e trasporti. Venerdì L’Opinione ha organizzato un bel dibattito sul punto aperto a 5 candidati a sindaco di Roma, tra i quali il sottoscritto.

Sarebbe un dovere da parte di ognuno dei candidati invitati venire a spiegare la propria posizione e confrontarsi su i due principali problemi di Roma. Temo che registreremo le solite fughe dal confronto, del resto è difficile da spiegare ai romani perchè si continua a difendere il sistema marcio e fallito della gestione attraverso le municipalizzate decotte. Noi, ovviamente ci saremo”.

Così Andrea Bernaudo, candidato a sindaco di Roma con Liberisti italiani, sfida Michetti, Gualtieri, Raggi e Calenda al confronto sulle municipalizzate organizzato da L’Opinione venerdì prossimo, a cui ha annunciato la sua partecipazione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»