Roma, la pasticceria Cavalletti a sorpresa: “Riapriamo, torna il millefoglie”

"Un momento duro e complicato come il lockdown l'abbiamo semplicemente trasformato nell'opportunita' per riorganizzarci e rinnovarci per ripartire ancora piu' forti e solidi di prima"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Cavalletti sta tornando, preparate i cucchiai!”. Con un post a sorpresa su Facebook, la storica pasticceria di via Nemorense, nel quartiere Trieste di Roma – famosa nel mondo fin dal 1951 per il Millefoglie – ha annunciato l’imminente riapertura.

“Abbiamo sentito parlare di una nostra chiusura, abbiamo sentito di una cordata, di un ipotetico fallimento, abbiamo sentito veramente tante cose ma l’unica cosa che abbiamo ascoltato e’ stato l’affetto della gente. Un affetto che ci ha riempito il cuore e dato ancora piu’ forza e sprint per riaprire- si legge sulla pagina Facebook- Cavalletti e’ una storia che dura da tanto tempo e mira all’infinito. Un momento duro e complicato come il lockdown l’abbiamo semplicemente trasformato nell’opportunita’ per riorganizzarci e rinnovarci per ripartire ancora piu’ forti e solidi di prima. Finalmente ancora pochi giorni e potrete tornare a deliziarvi con il Millefoglie e far parte di questa storia che e’ anche la vostra e ve ne siamo grati”.

Presto, quindi, sara’ di nuovo possibile gustare il celeberrimo Millefoglie, il dolce a tre piani farcito di crema chantilly aromatizzata al Marsala, amato anche dalla Regina Elisabetta. I piu’ felici sono i residenti del quartiere. “Ci avete fatto prendere un colpo”, scrive Antonella Frazori, a cui Cavalletti ha risposto prontamente: “Non e’ dipeso da noi. A presto!”. “Felicissimi, le cose buone non posso finire”, commenta Gabriele Olini, mentre per Antonio Puggioni “sara’ intervenuta The Queen Elizabeth II”. “In bocca al lupo per tutto- conclude Mimmo Lagana’- i cucchiai sono gia pronti”.

LEGGI ANCHE: Addio al Millefoglie di Cavalletti, chiude la storica pasticceria romana

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

15 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»