Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nizza, a Firenze un David nero sdraiato: “Messaggio di lutto universale”/FOTO

FIRENZE - Il David di Michelangelo, sdraiato e
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

david_donatello3

FIRENZE – Il David di Michelangelo, sdraiato e dipinto di nero. E’ una copia, in marmo di Carrara, ma è proprio come l’originale. C’è la forza morale del volto; c’è quello sguardo, dove la ragione ha già vinto sulla forza bruta e irrazionale. Ma c’è anche il colore della morte, perché il David, lì appoggiato per terra in piazza della Repubblica, manda al mondo “un messaggio di lutto universale“, sottolinea il sindaco di Firenze Dario Nardella.

david_donatello

L’opera di Massimo Barzagli dal titolo “Noi”, prestata dal museo Pecci di Prato, rientra nelle iniziative della settimana “michelangiolesca” e rimarrà in piazza fino al 21 luglio. La scultura, viene scoperta oggi come era previsto, ma per un caso si tratta del giorno seguente all’attentato a Nizza. E dunque, ancora di più “simboleggia il dolore che oggi colpisce l’umanità, non solo l’Europa ma tutto il mondo. La cultura dell’odio- sottolinea Nardella- non distingue e non fa differenza tra anziani, bambini e gay”. Questo David “è una testimonianza che lanciamo nel mondo“, rivendica.

Accanto al sindaco c’è Gaelle Barré, consigliera del consolato francese in Italia: “Ci hanno colpito al cuore, ai nostri valori, proprio il 14 luglio, nel giorno della Liberté, Égalité, Fraternité. Noi però non dobbiamo chiuderci, dobbiamo lottare insieme contro il terrorismo e l’odio”. In questo sforzo, conclude, “l’Europa deve assolutamente rimanere unita”. Per questo “l’uscita del Regno Unito dall’Ue è nella lotta al terrorismo sicuramente una brutta notizia. Serve cooperazione e amicizia”.

di Diego Giorgi, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»