Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cercasi giovani talenti per Sanremo, via alla ‘caccia’ in giro per l’Italia

MILANO - Da Milano a Sanremo, passando per
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sanremo

MILANO – Da Milano a Sanremo, passando per tutta la penisola, parte la ‘caccia’ ai giovani cantanti per il palco dell’Ariston. Da oggi, infatti, sono aperte le iscrizioni per Area Sanremo, l’unico concorso che porta i giovani al Festival della Canzone italiana. La rassegna è stata presentata al Rebelot di Ripa di Ticinese a Milano, città scelta perché “rappresenta il luogo di maggiore importanza musicale per presentare questa nuova edizione”, come sottolinea l’assessore alla Cultura di Sanremo, Daniela Cassini. Per il secondo anno consecutivo, Area Sanremo viene affidata dal Comune ligure alla Fondazione Orchestra sinfonica che, come ricorda Cassini, da oggi inizierà “un tour di promozione in giro per il paese”, e avrà come obiettivo “la presentazione questa nuova modalità della manifestazione”.

Area Sanremo si rivolge principalmente ai giovani artisti tra i 16 e i 36 anni e, come dice l’assessore, rappresenta “l’unica strada che possono intraprendere i ragazzi per accedere al Festival di Sanremo, che è la più importante ribalta della canzone italiana”. Area Sanremo è quindi “un concorso ufficiale che ha un valore non solo per i giovani partecipanti, ma è anche assolutamente fondamentale per la nostra città”, perché “incarna il trait d’union tra Milano e il grande festival della canzone italiana organizzato dalla Rai”. Il primo step è l’iscrizione al concorso, versando una quota. Le categorie sono tre: singoli, duo, o gruppi, proprio come succede nei talent. Però, precisa, “non è un talent, anche se si rivolge ai talenti“, e vogliamo diventi una vera e propria scuola, un momento educativo didattico e formativo per i giovani”. Al di là del reale accesso all’edizione del festival, infatti, “potranno trovare poi il modo per una migliore formazione musicale”, e “questo per noi è un vanto”.

Successivamente, gli artisti verranno convocati a Sanremo per il percorso di studi, tenuto da alcuni tra i migliori professionisti del mondo dello spettacolo. Le lezioni si terranno al Palafiori, struttura congressuale situata nel centro della cittadina ligure e avranno lo scopo di creare un momento di condivisione e scambio tra tutti i giovani artisti iscritti al concorso. La seconda fase sarà invece dedicata alle selezioni effettuate da una commissione di valutazione composta da musicisti, giornalisti e personaggi del mondo dello spettacolo, davanti a cui gli allievi-concorrenti si esibiranno con un brano inedito per il Festival. Da qui verranno poi selezionati 60 artisti che potranno accedere alla fase finale del concorso che si svolgerà al Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo e permetterà ai ragazzi di esibirsi su un palco d’eccezione, visto che, proprio da lì, partì il primo Festival della canzone italiana.

Con le selezioni verranno scelti gli otto vincitori di Area Sanremo, due dei quali avranno la possibilità di partecipare al Festival vero e proprio. “Si parte con una nuova e rinnovata edizione di Area Sanremo- commenta il presidente della Fondazione Orchestra sinfonica Maurizio Caridi- in cui verranno confermati alla guida Stefano Senardi come direttore artistico e Massimo Cotto come presidente della commissione di valutazione”. Con loro, “stiamo lavorando ad un nuovo progetto”, per “inserirci in una dimensione nazionale che prevede casting promozionali, stage, corsi di specializzazioni e audizioni”.

di Nicola Mente, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»