Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Mattarella riprende a viaggiare: a luglio a Parigi con ‘lectio magistralis’ alla Sorbona

Il presidente della Repubblica sarà in Francia dal 4 al 6 luglio: è la prima visita ufficiale all'estero dopo lo stop nella primavera 2020 per la pandemia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riprende i suoi viaggi di Stato che, dalla primavera dello scorso anno, erano stati interrotti, forza maggiore, a causa della pandemia. Dal 4 al 6 luglio, Mattarella sarà in visita ufficiale a Parigi dove, lunedì 5 luglio, incontrerà il presidente francese Emmanuel Macron e sarà accolto alla Sorbona per una ‘lectio magistralis’. Passata l’emergenza più dura del Covid, il nostro presidente aveva già ‘riaperto’ il Quirinale per alcuni incontri con capi di Stato. Adesso la decisione di tornare all’estero, dopo aver ripreso nel nostro Paese, nelle ultime settimane, le cerimonie in presenza nelle università.

LEGGI ANCHE: Il regalo della Francia all’Egitto: “Partner strategico, pronto fondo da 4 miliardi”

IL PROGRAMMA DELLA VISITA

Il programma della visita in Francia è in via di definizione e sarà organizzato in maniera più precisa entro la prossima settimana. Per ora, secondo quanto prevede il cerimoniale, il colloquio tra i due capi di Stato avverrà nella mattinata di lunedì 5 luglio, mentre in serata è previsto il pranzo di Stato. Lo stesso giorno il presidente della Repubblica incontrerà il presidente dell’Assemblea Nazionale. Il giorno successivo, martedì 6 luglio, Mattarella vedrà il Primo Ministro, il Presidente del Senato, la Sindaca di Parigi. Nel pomeriggio del 5 luglio Mattarella terrà una ‘lectio magistralis’ all’Università La Sorbona e incontrerà rappresentanti della collettività italiana. Nella mattinata del 6 luglio è in programma un incontro con la Direttrice generale dell’Unesco.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»